Utente
Buongiorno,

sono una ragazza di 31 anni che ha sempre sofferto di stitichezza, fin da ragazzina, anche se mi pare che piu' il tempo passa e piu' la mia stpsi si accentua.Ultimamente, sono addirittura rarissimi i casi in cui avverto lo stimolo spontaneo del mio intestino infatti, lo stratagemma che utilizzo è , fare qualcosa che mi stimoli in qualche modo come navigare in internet.So che puo' fare un po' ridere ma è realmente così ed è alquanto avvilente per me perchè, diversamente non sento minimamente lo stimolo ad evacuare.Capita a volte di avvertire gonfiore ed oltretutto, nei periodi di maggiore stress soffro di colite spastica.Molte volte invece, accade che, nonostante non vada in bagno da giorni, il mio ventre è sì gonfio, però non avverto altri generi di fastidi.Da una settimana a sta parte ho iniziato ad assumere Benefibra e Psyllo gel ma non ho ancora visto nessun risultato mentre mia madre, che è sempre stata molto piu' stitica di me, oserei dire che soffre di stipsi cronica, si trova benissimo.Oltretutto ho aumentato l'utilizzo di fibre e yougurt (alla mattina faccio colazione con yougurt e All Bran e come spuntino di metà mattinata e metà pomegiggio mangio altro yougurt).Da sempre nella mia famiglia si consumano cibi sani come frutta e verdura e, anche se non tutti i giorni,faccio attività fisica anche se devo ammettere che nella pausa estiva sono stata lavativa.Sicuramente dal punto di vista psicologico non aiuto di certo il mio intestino, fossilizzandomi cosi' sul problema.Ricapitolando: se avverto lo stimolo, non ho problemi ad evacuare, la mia alimentazione è piuttosto sana e bevo molto allora, perchè però il mio intestino non risponde ai comandi naturali del corpo e devo creare la situazione adatta affinche sopraggiunga lo stimolo?Sopratutto come posso fare per porre rimedio vista la giovane età vorrei non continuare di questo passo e desidererei cercare di regolarizzare naturalmente il mio intestino.Cosa posso fare?E' giusto continuare di questo passo nell'utilizzo di prodotto come Psyllogel e nel consumo di fibre?L'agopuntura puo' aiutare o eliminare il problema?Oppure è necessario che facci una visita da un colonproctologo?

Ringrazio vivamente e saluto cordialmente.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La sua descrizione suggerisce in effetti la necessita` di una valutazione coloproctologica o gastroenterologica per inquadrare correttamente dal punto di vista diagnositco il problema ed evitare di limitarsi alle auto prescrizioni che, come ha constatato, hanno dei limiti.Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it