Utente
Egregio medico,
sono a richiedere un consulto per il mio ragazzo. Da circa tre settimane lamenta un prurito insopportabile attorno all'ano (a circa 1 cm.). Al tatto sente la pelle ispessita ed irritata.
Contemporaneamente, sia io che lui, ci siamo curati con terapia a base di fluconazolo, a causa di tinea corporis trasmessa da animale domestico.
Oltre al fluconazolo, dovevamo applicare del micetal sopra le macchie di tigna. Il mio ragazzo, ritenendo che quel prurito potesse essere causato da tigna, ha applicato il micetal anche sull'ano, avendo dei risultati nel giro di due giorni dall'applicazione. La crema purtroppo è stato solo un palliativo... infatti a distanza di dieci giorni il problema si ripresenta sempre molto intenso è fastidioso.
Ho pregato il mio ragazzo di rivolgersi presso uno specialista del campo, ma si vergogna. A suo avviso, da cosa può essere dovuto? Quale iter dovrebbe seguire per raggiungere una guarigione sicura? Può essere infettivo?
La ringrazio per l'attenzione.
In attesa di suo cortese riscontro, porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Il suo ragazzo deve mettere da parte la vergogna, perche' altrimenti, come gia' e' in parte accaduto, finira' per applicare farmaci a caso con il rischio di aumentare il danno.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com