Utente
Gentili medici, mio cognato, 48enne, soffre da mesi di una sorta di perdurante sensazione d'incompleto svuotamento dell'intestino (anch'io ci ho sofferto nel recente passato ma si trattava di emorroidi congeste), nel senso che va di corpo regolarmente al mattino, con feci formate, ma, poi, per tutto il giorno, gli rimane questo stimolo evacuativo. A volte emette piccole quantità di feci, a volte nulla. Essendo ansioso, ha eseguito una serie d'esami, quali la colonscopia totale, l'anoscopia e la defecografia, tutte con esito negativo. Lui, però, dato il disturbo, è convinto di avere una grave patologia al colon o al retto (tipo tumore) e pensa che, magari, non si sia visto in sede di colonscopia o altri esami. vi chiedo: è possibile che un tumore che da disturbi non si veda da una colonscopia ? per sicurezza dovrebbe ripeterla a distanza di appena 11 mesi? Spero mi rispondiate con la consueta precisione e competenza. grazie per l'attenzione. un saluto.

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Non è possibile che la colonscopia recente non abbia visto un tumore. Pertanto il disturbo deve essere imputato ad una causa diversa. Prolasso occulto,congestione emorroidaria,proctite....
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore, innanzi tutto grazie per la sua cortese e sollecita risposta. Potrebbe, nell'occasione, darmi qualche chiarimento sulla proctite? cos'è e come si diagnostica? Esistono cure specifiche? Grazie ancora e scusi il disturbo.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Gli accertamenti eseguiti sembrerebbero escludere problemi organici tipo tumore, è tuttavia pur vero che nessun accertamento ha una attendibilità del 100% per cui, dopo un' accurata visita specialistica, non si po' escludere a priori la necessita' di ripetere alcuni accertamenti pur non essendo i sintomi specificamente indicativi di un tumore.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottor Favara, mio cognato mi ha detto adesso di aver eseguiito, oltre alla colonscopia, circa un mese fa, anche una rettosigmoidoscopia, con esito, anch'esso, negativo. E' necessario, a questo punto, ripetere la colonscopia totale, alla luce del fatto, appunto, che non si può essere sicuri al 100 per 100 ? La rettosigmoidoscopia recentissima, non dovrebbe metterlo al riparo da qualsiasi dubbio, visto, inoltre, che il suo disturbo sembra essere riconducibile ad eventuale patologia rettale o sigmoidea, piuttosto che dell'intero colon? Grazie ancora.

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si, è ragionevole ritenere di si, con i limiti che le ho ricordato.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it