Utente
Egregi Dottori, ho 40 anni e vorrei avere notizie in merito alla ragade anale, ormai sono diversi anni (forse più di dieci) che soffro di una ragade essendo un pò stitico con feci abbastanza voluminose all'atto della defecazione sento un pungico come uno spillo accompagnato da bruciore intorno all'ano (che dura pochi minuti) e trovo sulla carta delle strisciate di sangue rosso vivo. Ho fatto diverse visite proctologiche con anascopia e videoproctoscopia nel quale è emersa una piccola ragade e tre emorroidi interne di I° grado, mi è stata data come terapia oltre alle bustine di psillogel una crema a base di glicerina e devo dire che quando vado in bagno con feci morbide non avverto nulla ma se dopo diverso tempo vado di corpo stitico allora si ripresenta, l'intervento mi è stato sconsigliato in quanto si tratta di una piccola ragade che si cicatrizza velocemente ma di stare molto attento alla limentazione e bere molto acqua. Essendo un tipo molto ansioso ed emotivo a volte mi lascio prendere dalle paure (che peggiorano la mia esofagite da reflusso) quando vedo un pò di sangue, ho eseguito anche il test per la ricerca del sangue occulto nelle feci che è risultato negativo, cosa mi consigliate tal proposito? Devo fare qualcos'altro?
Nel ringraziarVi anticipatamente Vi porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
mi sembra che sia stato consigliato per il meglio.
Terapia medica, dieta ed emollienti delle feci sono un buon mix.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
In occasione delle diverse visite che ha fatto le è stato detto che è presente ipertono? nel caso, probabilmente la terapia non è del tutto sufficiente.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#3] dopo  
Utente
Egregi Dottori, Vi rringrazio per le Vostre celeri risposte, per quanto riguarda l'ipertono è tutto a posto l'ultima visita l'ho fatta a Maggio. Purtroppo ho il terrore di vedere anche se poco, piccole tracce di sangue nella carta che mi fanno cascare in uno stato di ansia. Un consiglio devo fare un ulteriore visita?
Ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti.

[#4]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Se non è presente ipertono il discorso è un po' piu' complesso, consiglierei quindi sicuramente un controllo proctologico.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
anche la sedazione dell'ansia è parte della terapia,
pertanto un controllo servirebbe ad un duplice scopo.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Ancora grazie per le risposte, dimenticavo una cosa sempre da anni soffro di una forma di psoriasi inversa cioè nelle parti umide, infatti in ogni visita mi veniva data una crema idradante perchè a forza di creme cortisoniche ho tutta la pelle dell'ano rossa quasi cotta e spesso dopo aver smesso la terapia si formano piccole lacerazioni che sanguinano, Vi chiedo anche questa situazione può compromettere la ragade? Posso usare qualche crema specifica oltre all'antrolin?
Cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Come noto l'uso di creme può dare problemi di sensibilizzazione ed una cute sofferente può maturare più facilmente lesioni ragadiformi.
Per la terapia appropriata sarà bene parlarne dopo una idonea visita.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Il discorso si complica ulteriormente con questa nuova informazione
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#9] dopo  
Utente
Infatti Dott. Favara, proprio in questi giorni andando in bagno non ho avvertito nessun fastidio ma sulla carta ho trovato delle tracce di sangue che provenivano un pò sopra l'ano (la zona interessata è quella anale/scrotale ed in guinale) e sento un pò di irritazione in quella zona, per quanto riguarda la terapia uso in questi periodi crema a base di Calcipotriolo (dopo visita dermatologica) alternata a delle creme idradanti. Non c'è nulla che posso fare a parte queste terapie? Purtroppo ci sono peridi dove si acutizza in modo maggiore specialmodo quando non uso creme.
Cordiali saluti.