Utente
Mi sono stati diagnosticato un prolasso muco-emorroidario di II e II grado, una regade anale e un trombo emorroidario esterno (quest'ultimo é comparso da una decina di giorni). Non ho mai avuto perdite di sangue o di muco, quindi non ero consapevole di soffrire di emorroidi fino a pochi giorni fa. Vorrei capire bene cosa fare. In particolare, è consigliabile ricorrere subito ad un intervento? Ho letto molto sul metodo Longo, tuttavia non riesco a capire quali e quanti esami andrebbero fatti prima dell'intervento e se tale intervento é indicato per chi come me non ha ancora provato con terapie conservative?. Soffro da sempre di colon irritabile e ultimamente di un forte meteorismo, pesantezza, gas.. Cosa fare, in sequenza, per capire bene a quale stadio aggravamento della patologia emorroidaria si va incontro ? grazie

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se si tratta della prima crisi emorroidaria il consiglio è di cercare una risoluzione conservativa del problema. Quanto alla necessita dell'intervento ed alla corretta tecnica chirurgica per un eventuale intervento, sarà la consulenza dello specialista proctologo a consigliarla.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio moltissimo per la sua risposta immediata, che ho molto apprezzato