Utente
Buongiorno,
Da diversi giorni ormai ho gonfiore alla pancia e lievi fitte al basso ventre , ogni tanto un pò di nausea, stamattina son andato dal mio curante che mi ha riscontrato un'infiammazione al colon, dicendomi poi di mangiar in bianco qualche giorno e di prender dei fermenti.
Nel pomeriggio poi mi son ricordato che poco tempo fa,meno di un paio di settimane, avevo avuto una malattia venerea (risolta con una pomata e tre pastiglie), secondo voi questo ha qualcosa a che fare con il colon irritato? Inoltre da cosa è dovuta questa infiammazione? Non ho mai avuto nulla del genere e non ho mangiato niente di diverso dal solito, ne ho abusato di alcol o cibi strani.
Le feci al momento non son solide, ma neanche completamente liquide. Inoltre è normale che l'infiammazione duri piú giorni e passi semplicemente mangiando "in bianco" per qualche giorno?
Grazie in anticipo,
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Sembra un riscontro dovuto a qualche disturbo gastro-colico passeggero. Lei però non ci dice da quale malattia venerea è affetto, quindi non è possibile fare ipotesi in merito ad eventuali correlazioni con un elemento che appunto noi non conosciamo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gastrite, enterite, colite, sono disturbi che possono verificarsi in qualunque momento della nostra vita e non sempre è possibile risalire alle cause.
In molti casi regrediscono spontaneamente semplicemente mangiando "in bianco", in altri , quanto la sintomatologia è più intensa, richiedono una terapia che mira a far regredire la sintomatologia dolorosa, il vomito,la diarrea e la disidratazione.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#3] dopo  
Utente
Grazie innanzitutto della celere risposta,
La malattia purtroppo non la sò , quando avevo mostrato i sintomi al dottore mi aveva confermato a una malattia venerea senza entrare nel dettaglio però, mi pare avesse detto qualcosa riguardo a una lieve forma di gonorrea, rimanendo però sempre in generale, e mi aveva prescritto come pastiglia la " Azstoricina" (il nome è sicuramente sbagliato , non ho più la ricetta , mi ricordo solo che iniziava con Az.

[#4]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Le informazioni che ci sta fornendo in merito alla malattia venerea da lei contratta come può comprendere sono molto vaghe. Rimane comunque valido ciò che le ho detto prima, e cioè che sembra un semplice disturbo gastro-colico, senz'altro passeggero, che facilmente ha beneficiato della dieta leggera.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#5] dopo  
Utente
Purtroppo queste son tutte le informazioni che posson fornirvi, i sintomi della malattia erano arrossamento e screpolamento della pelle del prepuzio, lieve bruciore e fastidio. Il dottore era stato rapido e sereno non era entrato nel dettagli mi aveva dato la ricetta delle pastiglie e della pomata e poi mi aveva detto di andare pure che in un paio di giorni si sarebbe risolto, ed effettivamente il rossore era svanito giá il giorno seguente; ma visto il periodo sovrapposto di entrambe le degenze ho pensato a una possibile correlazione, ma visto che non son un medico volevo un vero parere di uno specialista.
Grazie della vostra disponibilitá,
Cordiali saluti.

[#6]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Confermo che non esiste nessuna correlazione con il problema venereo ed è improbabile che l'assunzione, che risale a circa due settimane, del farmaco prescritto possa aver dato origine ai suoi disturbi
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Vista la sua descrizione immagino che possa trattarsi di una candidosi. Ad ogni modo, come già detto, non vedo correlazioni dirette con i disturbi intestinali da lei recentemente lamentati.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com