Utente
Gentile dott.
durante l'ultima mestruazione mi sono accorta di avere una consistente perdita di sangue anche dall'ano anche se non so da quanto tempo duri perchè fino ad ora non me ne ero mai accorta. Sono inoltre 4-5 mesi che il mio flusso mestruale ha subito un cambiamento netto diventando abbondante e doloroso.Infine sono ormai quasi 3 mesi che ho leggero dolore pelvico continuo fuori ciclo e leggera nausea.Qualche volta è anche successo di avere dolore all'esterno della vagina durante la defecazione. Infine ho prurito anale quasi continuo .Dall'eco t.v. il mese scorso è stata rilevata una piccola ciste sull'ovaio dx poi riassorbitasi dopo la mestruazione, periodo in cui ho ripetuto l'eco dalla quale sembrava tutto regolare, pap test negativo. In base ai sintomi che le ho riferito si può sospettare l'endometriosi intestinale o esistono casi in cui il sanguinamento rettale durante la mestruazione dipende da altro? Grazie di cuore se mi risponderà.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente dai sintomi che lei riferisce, è indispensabile una visita proctologica per dirimere i suoi dubbi, personalmente non sarei convinto sulla natura endometriosica dei suoi disturbi anali.
Cordiali saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per avermi risposto e a dire il vero sarei molto sollevata se non fosse endometriosi visto che reduce da un aborto spontaneo starei cercando un'altra gravidanza e so che sarebbe di ostacolo.La prego di darmi un consiglio : è utile eseguire una rmn prima di andare dal proctologo? Se si quale tipo dovrei effettuare nel mio caso?
La ringrazio infinite per la sua preziosa risposta.

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, faccia prima una visita proctologica e poi sarà lo specialista ad indicarle gli accertamenti più appropriati.
Saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza