Utente
Salve gentili dottori,
sono una donna di 35 anni e ho subito un intervento di Emorroidectomia secondo Milligan-Morgan il 17 Settembre 2012. L'anno precedente (2011) in Ottobre avevo già subito un intervento secondo Longo per emorroidi di 3° grado, non risolutivo, per questo il chirurgo ha deciso di intervenire di nuovo con l'intervento tradizionale. Dopo un mese e mezzo sono tornata ad una vita quasi regolare, ma ad oggi, dopo 5 mesi, ho ancora sanguinamento alla defecazione e dolore (leggero, come bruciore). Il chirurgo sostiene che l'epitelio non si è ancora riformato (a suo dire perché hanno dovuto incidere molto:ma è normale per emorroidi di 3° grado già precedentemente "trattate"?). Un mese fa mi sono rivolta a lui per questo e mi ha dato una cura di clisteri di Asalex che non mi ha fatto niente a mio avviso perché la situazione è invariata. Sono molto abbattuta e stanca. Volevo chiedere a voi un'opinione: è normale che dopo tutto questo tempo ci siano ancora problemi? Inoltre il mio ano è a mio avviso scempiato: ci sono molti lembi di pelle sporgente che a detta del chirurgo rimarranno così perché altrimenti l'ano si sarebbe ristretto troppo: ma...perché si sono formati? Io ne avevo per via delle emorrodi, ok, sapevo che sarebbero rimasti, ma non che si sarebbero moltiplicati e apparsi dove prima non vi erano. Secondo voi, devo chiedere un consulto ad un altro proctologo o fin'ora è tutto nella norma? E' normale avere ancora questi problemi dopo 5 mesi?
Vi ringrazio per la vostra cortesia.

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Che sia proprio normale ricevere due interventi di emorroidectomia in così breve tempo non è vero. Purtroppo le recidive emorroidaria qualunque sia la tecnica praticata, sono possibili. Direi però che forse visto che la situazione non si è ancora risolta, sarebbe opportuno sentire un parere diverso magari in un centro ospedaliero dedicato alla proctologia.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
Lo so che le recidive emorroidarie sono possibili (me ne sono accorta essendo questo il terzo intervento da quando avevo 20 anni), però la Milligan-Morgan la vendono tutti per la più efficace e quella con meno rischio di recidiva: cioè sono così sfortunata ad avere avuto recidiva con Hal doppler, recidiva con la Longo e recidiva con la M-M, e in quest'utlimo caso ancor prima che mi sia ripresa dall'intervento?
La mie domande iniziali la cui risposta però non mi è chiara erano:

1)E' compatibile il sanguinamento a 5 mesi dall'intervento con quello che ha detto il chirurgo, ovvero che l'epitelio non si è ancora riformato e per questo sanguino quando vado in bagno?
2)La pelle in eccesso è normale?

Infine, lei mi suggerisce un secondo consulto in un centro ospedaliero dedicato alla proctologia, ma è proprio dove mi hanno operata e non sono andata nemmeno ad operarmi nella mia città (del cui ospedale non fido nemmeno per un callo) ma a Careggi (Firenze). Mi sa consigliare un centro migliore in Toscana?


[#3]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Il sanguinamento non ènormale. La " pelle" attorno all'ano è probabilmente l'esito di fatti emorroidari pregressi(marische). Non conosco la situazione nella sua regione.
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio.