Utente
Buongiorno
Sono stato operato lo scorso novembre 2012 di diversione bilio pancreatica per obesità grave. A due mesi dall'intervento sono compare emorroidi e ragadi con sintomatologia molto dolorosa. Dopo 4 mesi di cure senza esito, il chirurgo ha deciso di operar i per rimuovere sia le emorroidi che la ragade (senza sfinteritomia) intervento che ho affrontato lo scorso 11 di aprile. A 4 settimane dall' intervento io ho ancora dei dolori acutissimi in fase di defecazione (3 volte al giorno) e che poi mi durano per diverse ore. Ricorro ad un antidolorifico (l'unico che mi fa un po' di effetto è enatyum, dopo avere provati diversi altri ma senza risultati). All'ultima visita avvenuta circa 2 settimane or sono il chirurgo mi ha detto che non sapeva cosa altro fare perchè secondo lui la guarigione andava bene e il dolore avrebbe dovuto sparire. Ho bisogno di aiuto perchè i dolori sono davvero forti e condizionano fortemente la mia vita quotidiana. Potete aiutarmi? Grazie

Lucio

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non ė facile rispondere a distanza senza una visita diretta. Sembrerebbe la sintomatologia della ragade. La sua defecazione è regolare oppure è stitico ?

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Cosentino
e grazie per la risposta immediata
La mia defecazione è regolare, ahimè 3 volte al giorno che da quello che so, per coloro che hanno subito la diversione, è nella norma.
La ragade dovrebbe essermi stata rimossa durante l'ultimo intervento, almeno così mi è stato assicurato dal chirurgo. So che sempre a causa della diversione, le feci sono molto acide, in fatti io cerco, anzi ho praticamente eliminato del tutto i carboidrati, per evitare di aumentare la presenza di zuccheri nelle feci che fanno aumentare il tasso di acidità, ma anche così non riesco a venirne fuori e per me il rituale del bagno ora è diventato un vero momento di terrore per il dolore che regolarmente si presenta. Mi sento come chiuso in un sacco senza riuscire a trovare la strada per uscire, e ho assolutamente bisogno dell'aiuto esperto di un medico.
Grazie ancora Dottore.
L