Utente
Ho una situazione particolare. Soffro certamente di prostatite da qualche anno vista la nocturia e soprattuto il debole flusso accompagnato da bruciori alla punta del pene e da dolenzia del testicolo sx. Siccome i fastidi non sono gravi, ho trascurato la cosa. Da circa lo stesso tempo avverto un dolorino all'addome sx, poco sopra il pube, che ho associato alla prostatite. Ho anche pensato ad una piccola ernia, in quanto mi duole in certe posizioni ma eseguendo una pressione su di essa mi sento molto meglio.
Da qualche tempo però ho cominciato a sentire un fastidio crescente nel punto dell'addome, e ad avere sia formazione di gas intenstinale che - per un certo periodo di più, negli ultimi giorni meno - anche del muco nelle feci.
Il dolore alla supposta ernia cala con l'emissione del gas e con lo svuotamento intestinale.
Percorro lunghi viaggi in auto per lavoro (anche 10000 Km la settimana) e durante i giorni lavorativi il problema è più presente, sto meglio nel fine settimana. Potrebbe anche essere un problema parzialmente psicologico; durante i viaggi sono fuori e la necessità di usare il bagno spesso è complicata e sgradevole.
I viaggi in auto tra l'altro mi procurano spesso dolori di schiena e penso di essere soggetto ad una ernia lombare.

Tornando al consulto, mi domandavo se il gas e il muco potessero essere dovuto a colon irritabile. Non ho una buona dieta, pranzi volanti, bibite gassate, caffè, ecc.
Grazie

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si il colon irritabile può essere la causa, ma se i disturbi continuano costantemente, sarà utile programmare una coloscopia.
Saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
E' possibile che ci sia una qualche correlazione con la prostatite e/o con i dolori di schiena? Mi sembrerebbe curioso soffrire di tante cose indipendenti!

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si potrebbe esserci una correlazione.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza