Utente 363XXX
Buona sera
mia figlia ha avuto poco più di una settimana fa un'infezione accertata da adenovirus che le ha portato diarrea e cistite emorragica. In seguito a vari sintomi ha subito 5 gg di ricovero per accertamenti (per la perdita di proteine etc con le urine) e per riequilibrare il potassio che aveva raggiunto livelli insufficienti forse per la diarrea e la scarsa reidratazione.
Uscita dall'ospedale ha dovuto prendere subito un antibiotico perchè le urine erano di nuovo peggiorate probabilmente a causa di un'infezione batterica questa volta (è in corso un'urinocultura)...ma è da quando eravamo in ospedale cioè oltre una settimana fa che al recupero di un minimo di consistenza delle feci, dopo giorni di diarrea molto liquida, queste si presentano sottili (come una matita) e spezzettate. Il pediatra mi ha fatto fare una peretta con acqua e camomilla per vedere se per caso fosse presente un "tappo" che ostruiva il passaggio corretto prima di procedere con accertamenti...io mi sono chiesta se non fosse che le feci sono ancora un po' molli per via dell'intestino ancora sottosopra e della successiva somministrazione di antibiotico (che è tutt'ora in corso).
Desideravo quindi chiedere se è il caso di preoccuparsi per queste feci sottili e approfondire oppure se può essere un fenomeno temporaneo che con il tempo e la guarigione completa tornerà a posto...
grazie mille
una mamma in apprensione...

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non si allarmi sarà una conseguenza della pregressa enterite.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 363XXX

Grazie mille...
un'ultima domanda se possibile:
per quanto tempo questo fenomeno è considerato normale? e dopo quanto tempo va considerato meritevole di accertamento?

ormai è una settimana, ma nel frattempo sta anche prendendo l'antibiotico...
l'antibiotico finisce lunedì prossimo. Ha senso aspettare la fine della settimana prossima come suggerisce il pediatra, prima di ricercare il sangue occulto?
oppure può servire anche più tempo perchè le cose si sistemino senza doverci stressare con altri esami e esiti da attendere?
grazie mille della gentilezza
saluti

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
>> oppure può servire anche più tempo perchè le cose si sistemino senza doverci stressare con altri esami e esiti da attendere? <<

Condivido pienamente tale frase. Attenderei anche perché sta assumendo l'antibiotico che può modificare la consistenza delle feci.

Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it