Utente
Salve ho venti anni dallo scorso anno ho iniziato a soffrire di dolori al colon e quindi dopo analisi su analisi tutte nella norma a gennaio di questo anno ho eseguito una colonscopia il cui referto era mucosa colica indenne e inoltre mi hanno fatto fatto la biopsia endoscopica dell'intestino crasso il cui referto dice lieve edema e flogosi cronica focalmente attiva della mucosa colica. Nessuna significativa alterazione dell'architettura e/o della muciparità ghiandolare,assenza di instessi mento del collageno subepiteliale e di linfociti intraepitealiali.
Il dottore mi ha detto che non ho niente e di non prendere nulla ma io ho ancora dolori sopratutto nel colon di sinistra.quando faccio la cacca ne faccio poca e le feci sono dure e i dolori al colon sinistro mi aumentano dopo aver defecato,preoccupato ps il gastrenterologo dice di mangiare tutto.
Ma un'altro gastrenterologo mi ha scritto il professor bortolotti che "ha una colite aspecifica che non è la causa dei disturbi, ma vi sono altre malattie organiche e funzionali che vanno ricercate con esami da stabilire in base ad una visita ed alla valutazione diretta degli esami già fatti."
Secondo voi chi ha ragione e che devo fare non ne posso più ognuno dice una cosa!!!!!
Grazie anticipatamente ps analisi feci sia per la ricerca di sangue occulto e di parassiti negativi dopo mangiato mi viene da fare dei rutti acidi in gola ma lo stomaco non mi fa assolutamente male ho solo dolori alla fine del ventre sinistro fastidi più che altro dopo mangiato ho fatto anche test per celiachia negativo bo non so che fare ho solo notato che i linfonodi del collo sotto il mento mi si sono ingrossati da qualche mese ho provato di tutto fermenti antispastici ma non ne ho giovato in niente anche in anti vermicida il combatrim perché avevo qualche volta nelle feci un verdetto bianco il verme è scomparso ma sempre i soliti sintomi .
Cosa devo fare a chi devo dare ascolto?
I miei sintomi sono peggiorati adesso oltre al solito fastidio al sigma nel basso ventre sinistro ho dolore come avessi un livido anche nel basso ventre a destra e bruciore nella zona anale inoltre ho dolore anche al testicolo destro più specificamente nell'epididimo e evacuo tre quattro volte al giorno sempre feci nastriforme morbidissime molto unte con un po di muco non facilmente visibile che si attaccano al water io non so più che fare veramente io posso dire che in questo periodo soffro di allergia al polline alla fioritura degli olivi e alle graminacee non so se mangiando alcuni alimenti che si collegano a queste allergie possano scatenare questi sintomi .
A venti anni non c'è la faccio più a vivere così per colpa dell'intestino ho troppa paura di avere un chron dato che ho mangiato di tutto anche in abbondanza dato che il mio gastroenterologo mi aveva detto di mangiare di tutto ma ho paura che abbia un chron dato che la colonscopia come avevo scritto nel precedente messaggio l'ho fatta un anno fa a gennaio :( aspetto una vostra risposta .

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dalla descrizione della sintomatologia tutto fa pensare ad una sindrome dell'intestino irritabile in un paziente ansioso.
Una visita colonproctologica confermerà quello che le è stato già diagnosticato e servirà a risolverle il problema anale.
Per le allergie si rivolga ad un allergologo.
Si tranquillizzi
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
e allora mi può spiegare se il colon irritabile non da segni di infiammazione il reperto della colonscopia fatta lo scorso anno a gennaio dice lieve edema e flogosi cronica focalmente attiva della mucosa colica?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
"Ma un'altro gastrenterologo mi ha scritto il professor bortolotti che "ha una colite aspecifica che non è la causa dei disturbi,"
A distanza possiamo solo attenerci a quello che lei riferisce ed a quello che altri colleghi, che hanno avuto il piacere di visitarla, hanno concluso.
La sintomatologia riferita non è riconducibile ad una flogosi intestinale.
Richieda una visita colonproctologica di controllo.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
E allora dottore secondo lei lo so che le chiedo troppo perché sto andando oltre le linee guida ma cosa potrebbe essere la causa scatenante di tutto questo ,mi sono scordato di dirle che ho sempre molta forfora in testa ed alcune volte mi vengono anche eczemi nel volto . Grazie in anticipo

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Probabilmente lei ha bisogno, oltre alla consulenza proctologica, anche di un supporto psicologico, molti dei suoi disturbi potrebbero trarre beneficio da una terapia psicologica.
Il colonproctologo che la visiterà saprà valutare l'eventuale indicazione.
A distanza non posso dirle altro.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com