Attivo dal 2008 al 2011
Salve, sono una ragazza di 26 anni, da diversi anni soffro di disturbi gastro-intestinali, inizialmente riguardavano solo la parte dello stomaco con difficoltà a digerire e reflusso, dopo analisi, eco e gastroscopia da cui non risultava nulla ho risolto con delle pillole levopraid prescritte dal gastronterologo e un regime alimentare molto controllato, adesso il problema si è spostato più in basso, inizialmente soffrivo di stitichezza, gonfiori e dolori dovuti al gas fermo nell’intestino, poi dopo un paio di anni la situazione si sbocco di colpo dopo una vacanza in tunisia e un leggero cambio di alimentazione, da quel momento ho alternato periodi di tranquillità a periodi di pseudodirrea, pseudo perché non ho tantissime evacuazioni ma un paio d feci molli, generalmente non di grandi quantità, il resto è un continuo stimolo e sensazione di pressione, ma quando vado al bgno è solo muco o una specie di schiuma bianca, nelle ultime settimane la situazione è peggiorata, perché se inizialmente le tenevo sotto controllo con il codex, adesso sembrava che non facesse più effetto, il medico di base mi ha prescritto normix (ogni 6 ore) e valpinax mezza compressa prima dei pasti (mezza perché intera mi da capogiri) adesso sto u po meglio ma appena finirò con il normix basterà solo il valpinax? Che tipo di alimentazione devo seguire, solo cibi leggeri, il mio problema è che tendo a perdere molto facilmente peso, l’ultima volta ho perso più di 5 chili e pesando 46/47 Kg non ho intenzione di diventare o sembrare anoressica. Posso mangiare la pizza ogni tanto senza il rischio di un’attacco di diarrea? Il pomodoro cotto per condire la pasta va bene?
A colazione ho tolto il te verde (che avevo cominciato ad assumere in tunisia) e ricominciato con caffè d’orzo e fette biscottate, ci sono altri accorgimenti da seguire? Il gastroenterologo una volta mi prescrisse delle fibre da assumere senza acqua, ma sono capsule abbastanza grandi come faccio a mandarle giu senza acqua, (si possono anche aprire e prendere solo la polvere) possono essere utili per il mio problema?
Grazie e scusi per la
lunghezza, ma ho molti dubbi e il mio medico mi liquida sempre dopo due minuti così tutte le volte sono sempre più confusa.

[#1]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora
non è facile via mail inquadrare correttamente il suo problema e forse sarebbe meglio ripetere quella visita gastroenterologica che ha gia effettuato in passato.
Alla sua età possono essere molteplici le cause di questi disturbi (da una intolleranza alimentare ad alcune sostanze, ad una infezione resistente o ad una malattia infiammatoria intestinale) da trattare, una volta diagnosticata la malattia, con farmaci specifici.

Le allego, a puro scopo informativo, il link di alcuni articoli pubblicati sul nostro sito in merito a disturbi simili ai suoi, solo per farle un esempio di alcune possibili patologie.

https://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/
https://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/

Nella speranza che ci tenga informati sulla evoluzione della sua storia clinica la saluto cordialmente
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile