Utente
Salve,
ho avuto recentemente un rapporto anale con il mio compagno (cosa che gli ha provocato dolore sul momento e successivamente). Il giorno seguente ha manifestato delle perdite di sangue e pus e delle fitte pruriginose. Sono tre giorni che la situazione non cambia.
Gli ho consigliato di rivolgersi al suo medico di fiducia per gli accertamenti del caso, ma io resto ugualmente preoccupato.
Potete dirmi se il rapporto anale e i sintomi descritti possono essere in qualche modo collegati o se potrebbe trattarsi di pura casualità degli eventi??
Dall'anamnesi, sareste in grado di chiarirmi di cosa potrebbe trattarsi e quali i possibili rimedi??
Grazie

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro utente, difficile risponderle senza aver visitato il paziente.
le consiglio quindi di eseguire una visita proctologica
Saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2]  
Dr. Edoardo Liberatore

32% attività
4% attualità
12% socialità
ATRI (TE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Sicuramente il paziente va valutato da uno specialista del campo, nel sospetto di un semplice traumatismo della regione e/o di una malattia sessualmente trasmessa (possibile in caso di rapporto non protetto e promiscuità del partener attivo), per la quale andrebbero poi fatti i dovuti accertamenti. Se trattasi solo di 2 cose fortuitamente concomitanti va accertato direttamente con una visita.
Dalla sola anamnesi non è possibile chiarire con certezza la situazione.
Cordialmente
Dr. Edoardo Liberatore
Specialista in Chirurgia Generale
Proctologo