Utente
Salve (spero di aver scelto la branca giusta in cui chiedere il consulto),
sono una ragazza di 24 anni.
Da qualche giorno soffrivo di stitichezza e non sono riuscita ad andare in bagno (probabilmente a causa del fatto che sono stata qualche giorno fuori casa e ho dovuto mangiare sempre fuori, con poca frutta e verdura)
Tornata a casa, dopo il terzo giorno che non andavo in bagno ho cercato con calma di stare in bagno e finalmente sono riuscita a defecare (con qualche piccolo sforzo ma senza troppo fastidio)
Quando sembrava tutto apposto, ieri sono andata nuovamente in bagno in maniera abbastanza regolare ma sempre con un pò di sforzo, tuttavia ho fatto lo sbaglio di stare per un pò più di tempo seduta sul wc. Ecco questo fatto a partire da tutto ieri sera e tutto oggi mi ha causato l'infiammazione dell'emorroide destra che è fuorisucita dalla zona dell'ano, si presenta di colore rosso scuro e mi causa molto fastidio. Oggi pomeriggio a causa del forte fastidio ho applicato un paio di volte la pomata Proctolyn che avevo già a disposizione in casa. La pomata mi ha alleviato un pò il fastidio e il dolore che tuttavia dopo che è passato un pò di tempo dall'applicazione si è un pò ripresentato. Ho provato anche (dopo essermi accuratamente lavata le mani) a cercare di far rientrare l'emorroide nella sua sede naturale all'interno dell'ano ma tende a riuscire.
Purtroppo non posso in questi giorni rivolgermi a un medico per una visita, anche perchè sono in fase delle mestruazioni e questo mi causerebbe parecchio disagio.
Chiedo a voi quindi come comportarmi in questo caso e se la situazione che ho descritto è "normale" oppure presenta delle caratteristiche che mi devono far rivolgere a uno specialista.
La cosa come potrete immaginare è alquanto invalidante (frequento l'università e devo stare seduta alcune ore al giorno a lezione) e mi metterebbe paura arrivare a pratiche come l'incisione che sono molto invasive.
Attendo una risposta, GRAZIE.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Potrebbe essere una trombosi emorroidaria, farei una visita proctologica. Nel caso un'eventuale incisione risolverebbe la complicanza. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la rapida risposta,
mi sembra attualmente di essere riuscita a far rientrare l'emorroide nella sua zona naturale e con l'applicazione della pomata la situazione mi sembra momentaneamente migliorata (ma non vorrei parlare troppo presto)
Aggiungo inoltre che non mi sembra che l'emorroide sanguinasse.
Tuttavia nel caso la situazione non migliorasse definitivamente l'alternativa dell'incisione mi spaventa abbastanza. è una pratica invasiva? non ci sono vie alternative?
Grazie.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non e' invasiva, se indicata.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it