Utente 867XXX
Salve, ho 23 anni e proprio ieri ho cominciato ad avere fastidi all'ano. Quando mi sono guardata ho visto che mi è fuoriuscita una pallina proprio in quella zona e che era appunto quella a darmi fastidio. Alla sera il gonfiore della pallina era aumentato tanto che mi è stato consigliato di metterci del ghiaccio, dopodichè ho applicato una pomata (preparazione H).
Stamattina il gonfiore e il dolore è diminuito, ma la pallina rimane sempre fuori. Ho provato a rientrarla manualmente, ma passa qualche minuto e riesce fuori.
Ho girato un pò sul web ed ho letto molte cose sulle emorroidi esterne.
Le emorroidi esterne si possono curare semplicemente con pomate o comunque con medicinali o si deve per forza ricorrere a una delle tante tecniche chirurgiche?
Ho letto che si deve fare movimento, io lo faccio già da tempo, faccio fitness, mi consigliate di sospendere o di svolgere solo determinati esercizi (quali?)?
Per favore, datemi un consulto, sono preoccupata e anche "impaurita" perchè alcune persone mi hanno detto che l'emorroide una volta fuoriuscita, ci rimane e non rientra.
Per quel che ne posso capire io, secondo me il mio livello di emorroide è di III grado... non presento sanguinamento, ma solo gonfiore e, per adesso, lieve dolore.
Ringrazio anticipatamente tutti coloro che mi possano essere d'aiuto!

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Nel tuo caso ,dalla descrizione della sintomatologia,si è probabilmente verificata una trombosi del prolasso emorroidario del quale sei affetta.Questa complicanza richiede una terapia specifica(assolutamente non ghiaccio,ma acqua calda)da iniziare solo dopo una diagnosi precisa coloproctologica.La malattia emorroidaria ,che è conseguenza del prolasso rettale,si può manifestare con una sintomatologia caratterizzata da sanguinamento,congestione,dolore trombosi,ostruita defecazione:Questi sintomi possono presentarsi da soli o associati.La terapia della malattia emorroidaria è chirurgica,la terapia medica serve a lenire la sintomatologia.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 867XXX

Quindi, secondo lei, si può solo intervenire chirurgicamente?
Mi potreste consigliare un medico specialistico della mia zona (sempre se potete)?
Grazie mille...

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
La cura del prolasso è chirurgica.L'intensità della sintomatologia della malattia emporroidaria e la frequenza,con la quale si presenta, sono tra i motivi che richiedono la necessità dell'intervento chirurgico di prolassectomia. Dall'elenco dei medici ,iscritti in questo sito,non compare nessun Coloproctologo nella zona di Siracusa,questo non significa che non esistono coloproctologi nella tua zona.Richiedi un visita specialistica presso la ASL di appartenenza ti indicheranno la struttura più vicina.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
potrebbe rivolgersi anche al suo medico curante per avere una prima valutazione ed ottenere da lui, in caso di necessità uteriori indicazioni. Comunque non si allarmi. Infatti non sempre le emorroidi necessitano di un intervento chirurgico immediato.
In attesa quindi della visita La invito a leggere l'articolo in merito pubblicato da un collega del sito.

https://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/139-la-malattia-emorroidaria-come-affrontare-e-risolvere-il-problema.html

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile