Utente 429XXX
Buongiorno a tutti

2 settimane fa inizio, a seguito rimozione nevo, terapia antibiotica (Azitromicina per 3 gg) con fermenti lattici pro-life enzimi

La mattina durante il trattamento mi svegliavo con forti dolori addominali ma feci correttamente formate durante l'evacuazione e dolore che durante il giorno si attenuava (legato anche a meteorismo)

Termino Antibiotico il venerdì sera, la domenica mattina episodi di forte diarrea acquosa , stanchezza e zero fame.
Medico di base mi aiuta a tamponare la situazione con diosmectal e antispasmina colica forte per qualche giorno e inizio fermenti lattici più potenti (yovis)
1 settimana fa le feci si iniziano a formare parzialmente (scala bristol tipo 5) ma noto sulla carta igenica una striatura di sangue e ipotizzo sia stata la diarrea e la seguente stipsi a infiammare il plesso emorroidario. nel 2014 mi erano state diagnosticate Emorroidi di grado II e suggerito in caso di periodi di infiammazione pentacol pomata la sera per 10 gg, ho quindi ripreso la terapia di pentacol.

Arriviamo ad oggi , la mattina ho ancora forti dolori legati al meteorismo e bruciori anali dopo la defecazione, sto facendo il pentacol la sera e fermenti lattici, la mattina IPP per reflusso (lansoprazolo )

Sto procedendo nel migliore dei modi? avete consigli su cosa fare per ridurre il forte meteorismo al mattino?

Grazie mille
Antonello

[#1]  
Dr. Francesco Ferrara

28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Per il meteorismo può provare con il carbone vegetale. Per gli altri disturbi bisognerebbe eseguire una visita colonproctologica. I bruciori anali mi fanno pensare più ad una ragade, ma bisognerebbe effettivamente verificare.
Dr. Francesco Ferrara - Chirurgo Generale - Colonproctologo
Ospedale San Carlo Borromeo - Milano
https://drfrancescoferrara.it