Utente
Buonasera a tutti, vorrei porvi alcune domande:
- Mi sono state riscontrate emorroidi di 3 e 4 grado (il gavocciolo a ore 7 e'il piu'voluminoso e si presenta trombizzato); nel 2015 era presente anche abbondante sanguinamento durante la defecazione e dolore tremendo provacato da una ragade; il sanguinamento e'cessato dopo trattamento con sclerosanti,mentre la ragade mi ha dato problemi anche successivamente al trattamento ed e'stata curata dopo svariati mesi di applicazione di pomata alla trinitroglicerina; in questi 3 anni gli episodi di sanguinamento sono stati davvero rarissimi (circa 1 o 2 volte l'anno) e di modesta entita' e il dolore provocato dalla ragade completamente svanito. In questi ultimi 10gg pero'e'ricomparso il sanguinamento,accompagnato pero'per dirla tutta dal ritorno della stitichezza; il dolore all'evqcquazione e'sopportabile (con la ragade ne ho vissute di peggio!) e a distanza di ore della defecazione sento solo un leggero bruciore; il prolasso riesco a ridurlo manualmente ungendo il dito con olio d'oliva sedendomi sullo stesso; ho notato pero'che camminando a piedi 20/30minuti il gavocciolo piu'voluminoso tende ad uscire,diversamente invece rimane all'interno fino a quando non torna lo stimolo ad andare in bagno.Una cosa che mi ha fatto preoccupare pero'e'che nel lavarmi dopo aver evacquato (non uso mai carta igenica) sento delle strisce di sangue piu'denso appiccicate esternamente al gavocciolo e quando provo a staccarle, dalla loro consistenza sembrano essere tipo dei pezzettini di pelle che si staccano dallo stesso (mi rendo conto che non e'possibile in quanto dall'emorroide non puo'staccarsi pelle...) in poche parole sembra sangue coagulato ma rosso vivo; mi sono anche accorto di una piccola quantita'di muco chiaro/giallino. Potrebbe essere qulcosa di preoccupante?l'ultima rettoscopia risale al 2017 e non ha evidenziato altre problematiche diverse dalle emorroidi. Lo specialista che mi ha visitato mi ha comunicato che interverra'con millingan morgan con ligasure per il gavocciolo piu'voluminoso e in sala operatoria decidera'se trattare gli altri con thd; nel caso adottasse questa soluzione,il decorso operatorio sarebbe meno doloroso e i tempi di recupero piu'celeri (nel senso che trattare con emorroidectomia 1 solo gavocciolo anziche'tutti e 3 magari comporta meno dolore...)?l'utilizzo del ligasure attenua veramente come si legge sui vari siti il dolore?e,ultima domanda,quando potro'tornare a fare sport?leggo di persone che si sono debilitate fino a perdere 10kg dopo l'emorroidectomia a causa della ferrea dieta e dei dolori patiti.....

Vi ringrazio anticipatamente
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La sintomatologia è quella della malattia emorroidaria, ma solo con una nuova rettoscopia si potrà escludere la presenza di una proctite e la conferma del solo problema emorroidario.
La scelta di abbinare i due interventi è condivisibile, già le avevo accennato il concetto della Tailored Surgery (chirurgia su misura) nel trattamento della malattia emorroidaria, ma a distanza non posso confermarle se è la più indicata nel suo caso.
Il Ligasure è un bisturi a radiofrequenza che asporta l'emorroide, "brucia" il tessuto cutaneo e non lo fa sanguinare.
La sintomatologia che segue questo intervento, sicuramente, per l'assenza di punti sarà meno dolorosa, i tempi di guarigione della ferita restano invariati, 3/6 settimane.
La ripresa della attività sportiva è consigliabile non prima di un mese.
Nessuna dieta ferrea per i nostri pazienti, solo restrizioni per alcuni sostanze ed alimenti( insaccati, cibi piccanti, caffeina, formaggi stagionati, alcol ....) ed un maggior uso di fibre.
Tutti gli interventi che prevedono ferite a livello del margine anocutaneo possono essere dolorosi.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com