Utente 519XXX
Salve, sono una ragazza di 23 anni e avrei bisogno di un vostro consulto.
Ad ottobre 2018 facendo esami del sangue di routine scopro di avere TRANSAMINASI e GAMMA-GT elevate. ( G.O.T. 147 G.P.T. 174).
Il mio medico di base mi da per un mese biotad-plus. In questo mese però inizio ad avere fastidio/dolore nella parte destra dell’addome partendo da sotto la scapola dx fino alla parte bassa della pancia e anche dalla parte posteriore della schiena. Un mese dopo rifaccio le analisi: GAMMA-GT 44 AST 21 ALT 30. I valori erano rientrati ma io questi fastidi continuavo ad averli .
A metà dicembre 2018 però riappaiono e sono fortissimi tanto da andare in ps. Mi fanno le analisi : GAMMA-Gt 197 ALT 187 AST 50 e bilirubina indiretta a 1,02. Mi fanno una ecografia addome completo e risulta : colecisti fisiologicamente distesa,alitiasica a pareti lievemente ispessite. Regolari fegato,milza,reni,vescica,pancreas e aorta addominale.
Mi dimettono e mi consigliano di fare i markets per epatite virale e auto-immune, i test per celiachia e una colangio RM.
Di seguito i valori :
ANA,ASMA,LKMA,AMA assenti.
HCV AB, HBE AB, HBE AG,HBS AG, HAV AB-M assenti . HAV AB presenti (ma ho fatto il vaccino per epatite A)
VES,PCR,CALPROTECTINA valori normali
FERRITINA e CUPREMIA nella norma
ANTI ENDOMISIO assenti
Ab-TRANSGLUTAMINASI nella norma.
Rifaccio TRANSAMINASI e GAMMA Gt dopo 5 giorni dal ps e i valori sono :
GAMMA GT 173 AST 26 ALT 94

Faccio anche la Colangio RM e dal referto è tutto negativo.
Rifaccio esami sangue dopo 10 gg da ps :
GAMMA GT 100 ALT e AST nella norma.
Il gastroenterologo pensa di tratti di colon irritabile per i dolori e per il fegato non si sa dare una spiegazione. Sto facendo la cura di REALISL e DEBRIDAT.
Io sono qui a scrivere a voi perché i miei sono dolori persistenti, dalla parte alta dello stomaco fino in basso e prendono anche il fianco dx. Se mi tocco la pancia ho dolore, non posso appoggiare le braccia che ho fastidio,nemmeno avvicinare il braccio dx al fianco . Mi sembra di avvertire un rigonfiamento nella parte dx e sopra L’ ombellico. Non riesco a fare sforzi, anche solo tossire mi porta dolore. Sto facendo la cura ma non ho beneficio e vado al bagno in modo irregolare con più scariche al giorno e con una sensazione di non completa liberazione.

Io mi chiedevo:

1. Un colon irritato può darmi questi fastidi SOPRATTUTTO nella parte dx sotto l’ultima scapola ? E può farmi stare così male ?
2. Devo fare una RM addome perché potrebbe essere qualcosa a livello di stomaco/intestino che dalla colangio RM non si vede ?
3. Devo fare una colonoscopia?
4. Può essere semplice intolleranza alimentare che mi fa stare così tanto male ?
5. Può essere qualcosa di serio che nessuno sta scoprendo ?
6. Posso guarire da tutto questo o me li porterò a vita ?

Il mio è un problema che mi porta a stare allettata e a non poter far niente .

Scusate il papiro, attendo una risposta .
Grazie anticipatamente .

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Buongiorno cara, i sintomi sembrano essere quelli di una sofferenza epatica anche se tutte le analisi eseguite sono nella norma, a volte il problema è il colon dx anche se non giustificherebbe l'aumento delle transaminasi e delle gamma gt.
a parte quelli che ci ha scritto prende altri farmaci?
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente 519XXX

No dottore non prendo altro(non prendo la pillola e non bevo).
Ho delle novità nella anamnesi che mi è stata fatta. Sono stata in visita da un altro specialista e guardando le lastre del torace e la lastra della Colangio RM ha notato che il mio stomaco,anche a digiuno da più di 8 ore, risulta molto grosso. Si nota la sacca di aria dalla RX torace e la forma ingrossata dello stomaco dalla risonanza . Dunque mi ha chiesto che vita fecessi e che alimentazione facessi. Sono una studentessa quindi sono sempre ferma a studiare e mangio sempre pasta tutti i giorni e anche panini o pizze, cibi che causano aria ancora di più. Ha parlato di distensione gastrica gassosa.
Mi ha consigliato una dieta di proteine e verdure e di cercare di evitare carboidrati.
Mi ha sospeso la mia cura passata dandomi COLINOX e PANAMIR. L’ipotesi del colon irritato per lui è una conseguenza alla mia aria nello stomaco perché avendone così tanta inevitabilmente lo vado ad infiammare. È giusta come ipotesi secondo lei?

Con i consigli dati ho avuto un miglioramento dei sintomi i primi giorni,poi in seguito ad un piccolo sgarro (ho ipotizzato sia stato quello) sono ritornati.
Secondo lei questo eccesso esagerato di aria giustificherebbe il tutto ?
Vorrei capire se secondo lei potrei rischiare di avere qualcosa di più serio a livello neoplastico(nello stomaco o intestino o colon che non si è visto) oppure Chron o robe varie. I medici che ho sentito hanno detto di no e mi hanno detto solo di provare questa alimentazione per almeno un mese.

Per quanto riguarda il fegato loro dicono che sia un problema a parte, i dolori non sono causati da questi valori alti.
I valori della gamma gt comunque stanno rientrando e quelli delle TRANSAMINASI sono già rientrati.
Mi è stato detto che vanno solamente tenuti sotto controllo ogni 2/3 mesi. Fare una biopsia fegato per loro è troppo considerando che poi non ci sarebbe nessuna cura da prendere. Per loro devo tenermi questa cosa .
Lei è d’accordo?
Che accertamenti devo fare ancora secondo lei? Qualche intolleranza? Colonoscopia? Gastroscopia? Non so più che fare ! Mi perdoni !

[#3] dopo  
Utente 519XXX

Dottore io volevo chiederle se lei ritiene opportuno fare una tac addome dato che la colangio va a vedere solo una parte dell addome. Per escludere tumori o altro che non si sono visti con la colangio e con l ecografia. E poi per escludere il Chron o altro basta la CALPROTECTINA e la ves nella norma? Oppure dovrei orientarmi su una gastroscopia e colonoscopia? In tutto questo vorrei fare il test delle intolleranze. Però non riesco a stare tranquilla se non prima sono certa che i miei sintomi non siano qualcosa di grave quindi se non prima capisco se c’è da fare altro o meno. Per diagnosticare un colon irritato o aria nello stomaco non si dovrebbe prima essere certi che non ci sia altro di grave ? Mi aiuti per favore dottore non so più che fare .

[#4]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
buongiorno, biopsia epatica direi di no...
semmai per essere proprio tranquilla eseguirei una colonscopia.
ritengo però che il problema sia più un colon irritabile
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#5] dopo  
Utente 519XXX

Quindi altre tipologie di esami che mancano da fare no dottore?
Il Chron è stato escluso ?
E tutta L aria viene giustificata dal colon irritabile?

[#6] dopo  
Utente 519XXX

Le mie domande sono le seguenti:
1. Potrebbe esserci qualcosa di grave tipo Chron/Colite Ulcerosa/Tumori che,con gli esami fatti ossia Colangio RM,ecografia addome,calprotectina,ves,pcr, esami del sangue vari, non è stata ancora scoperta? Se si quali esami fare oltre alla colonoscopia per stare tranquilla definitivamente ?
2. Se fosse colon irritabile,l’aria che ho nello stomaco in modo esagerato rientra nell’ipotesi di colon irritabile? Ed è normale che sia un colon irritabile se i dolori che io avverto sono in alto a dx,quasi vicino la bocca dello stomaco e che si diramano ma non spesso fino alla parte bassa dx? Però sopratutto sono nella parte alta a dx/centro. Io non posso toccarmi la pancia in generale che mi fa male, anche solo sfiorandola ho la sensazione di tensione/dolore.
Al bagno sono regolare,vado ogni mattina e successivamente ai pasti mi capita poche volta di andarci di nuovo ma senza fare nulla se non aria che non riesco a espellere durante la giornata .
3. Ho letto su Internet che prima di essere certi del colon irritabile si deve vedere se c’è alterazione flora batterica intestinale o sindrome di alterata permeabilità intestinale oppure qualche intolleranza specifica. Le faccio dottore?

Come mi consiglia di procedere lei?

Scusi le ho fatto svariate domande ma avrei bisogno di un suo consulto un po’ su tutte ! Mi perdoni

[#7] dopo  
Utente 519XXX

Dottore mi perdoni si è aggiunto un problema. Palpandomi l’addome, stando in piedi sento dalla parte dx vicino l’ombelico una cosa dura. Sembra una pallina quasi. Non c’è al lato sx. E proprio al lato dx io ho dolori. Ma che cosa è questa cosa dura che sento ? E che se mi tocco mi fa male? Mi sto preoccupando. Non la percepisco se sono stesa ma se sono in piedi e se la tocco dopo mi rimane il dolore. È esattamente attaccata all ombelico dal lato dx

[#8] dopo  
Utente 519XXX

Dottore io starei tranquilla se solo mi desse lei una certezza. Per essere certi che io abbia il colon irritabile ho letto da vari articoli scientifici che i passaggi sono: 1.escludere tumori o Chron o patologie simili;
2.scongiurare alterazioni batteriche intestinali (SIBO);
Successivamente si può passare ad affermare che si tratti di colon irritabile.
Secondo lei alla luce dei miei accertamenti ho potuto scongiurare il punto 1? E invece per il punto 2 non ho fatto nulla !
Per favore mi dica se devo fare qualcos altro sia per il punto 1 sia per il punto
2.
I miei gastroenterologi non mi hanno detto di fare altro però io vorrei essere certa che non si stiano sbagliando.