Utente
Buongiorno. Ho 42 anni e premetto che sono un tipo molto ansioso e ipocondriaco, sono stato diverse volte da psicologo per superare la paura delle malattie. Spesso somatizzo anche i sintomi. Volevo porgere una domanda per tranquillizzarmi. Nell ultimo anno sono stato profondamente stressato, a causa del lavoro ( lavoro per conto mio all estero e durante il mese di dicembre ho dovuto fare anche il mercato natalizio lavorando per 15 ore al freddo alimentandomi in modo scorretto e bevendo poco) e anche per la perdita del mio cane adorato che mi ha turbato profondamente , buttandomi giu psicologicamente. Soffro da diversi anni di emorroidi che non mi recano dolore ma soltanto un leggero fastidio e sanguinamento piccolo ogni tanto, soprattutto quando mi sforzo durante la defecazione. Ultimamente mi sono fissato con i sintomi del cancro al retto e dopo che ho letto che ha come sintomi il cambiamento dell alvo ho somatizzato e anche io ultimamente alterno feci semi liquide a feci piu dure. mi e' stato detto che in seguito ad ansia e stress profondi il cambiamento della motilita intestinale e' normale. Volevo solo sapere se in caso di cancro al retto il sanguinamento sarebbe continuo e rilevante o no? Di salute sto bene, mangio e non accuso stanchezza. Sono solo terrorizzato dalla paura delle malattie.Vi ringrazio e mi scuso se mi sono dilungato troppo

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Da come descrive si può trattare semplicemente di colon irritabile. In caso di cancro il sanguinamento può esserci o non esserci, o essere solo di tipo occulto (non macroscopicamente evidente)

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia/Endoscopia digestiva - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone, Reggio)
www.endoscopiadigestiv

[#2] dopo  
Utente
la Ringrazio dottor Cosentino!
il sangue occulto sarebbe per quanto riguarda il colon ascendente giusto? ma se fosse nel retto potrebbe anche non esserci sanguinamento o invece in quel punto il sangue sarebbe visibile e continuo? in precedenza ho dimenticato di dire che nessun familiare ha avuto il cancro al colon. un' utlima domanda dottore.....i sintomi di alterazione dell alvo mi sono venuti in seguito ad aver consultato internet.....e' veramente possibile che il corpo possa somatizzare i sintomi? Gia' in passato avevo sperimentato una cosa simile....quando una mia collega si ammalo di cancro ai polmoni per diversi mesi mi venne il respiro bloccato e una sensazione di mancanza di aria