Utente
Gentili medici,
vi scrivo per acquisire una maggiore consapevolezza. Leggendo diverse Vostre risposte a vari utenti di questo sito mi sono posto diverse domande.
Questa settimana sono stato sottoposto ad intervento di emorroidectomia secondo Milligan e Morgan, e ieri sono stato dimesso. Il mio chirurgo è stato esauriente, e mi ha ordinato di seguire una dieta ricchissima di verdura cruda e cotta con pasta, poca carne e poco pesce, frutta e tanta acqua, di non usare assolutamente pomate, e di lavare ogni giorno la parte operata con del sapone di marsiglia, fino anche a lavare la parte interna dell'ano.
Domande:
- E' sufficiente una tale dieta oppure magari è possibile aggiungere degli integratori di fibre o qualche altro prodotto per aiutarmi?
- Perchè non posso usare delle pomate?
- Cosa ne pensate del sapone di marsiglia per questo tipo di lavaggio?
- Se infilo il dito nell'ano c'è il rischio che possa saltare qualche punto o che possa venirmi qualche emorragia?
- Quando vado di corpo devo aspettare lo stimolo naturale all'evaquazione senza spingere? la spinta è pericolosa in questo momento (oltre che dolorosa)?
- Riguardo all'uso di antidolorifici sto facendo il ketoprofene in fiale intramuscolari, una la mattina e una la sera: posso continuare a fare queste punture anche nelle prossime settimane oppure devo poi passare all'assunzione soltanto orale?
- Le sigarette in questo momento sono pregiudizievoli?
- Fra quanti giorni riuscirò ad andare di corpo senza più sentire dolore?

Ogni sapiente consiglio da parte vostra mi sarà di grandissimo ausilio.

Grazie

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
cerchero' di rispondere punto per punto alle sue domande, sperando di essere esauriente.
- La dieta che le hanno consigliato e' corretta: in pratica puo' mangiare quello che vuole, meglio se facendo attenzione alle indicazioni che le hanno dato.
- Molte creme ad azione locale possono risultare poco utili, in certi casi persino dannose: se non ne hanno prescritte e' segno che nel suo caso appunto non sono indicate.
- Il sapone e' comunque un buon detergente.
- E' difficile provocare una rottura dei punti di sutura se fa questa manovra con le giuste attenzioni.
- La spinta per evacuare non e' pericolosa, ma ovviamente e' bene che le feci siano morbide (per questo deve assumere molte verdure cotte con la dieta...).
- Per quanto riguarda l'assunzione dell'antidolorifico adatto al suo caso deve fare riferimento esclusivamente a chi le ha fatto la relativa prescrizione.
- Le sigarette fanno male sempre, non solo in questi giorni...
- Il dolore diminuira' ogni giorno un pochino, fino ad annullarsi completamente nel giro di alcuni giorni o in poche settimane: questo dipende molto dal tipo di intervento che e' stato eseguito.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore Spina.
Vorrei chiederle un'altra cosa:
ho parecchio il problema della stitichezza e della diarrea insieme, e non sempre riesco ad andare di corpo con feci formate e morbide. Diarrea e stitichezza sono molto pregiudizievoli in questo momento ai fini della guarigione post-intervento?
e se non vado di corpo per un giorno intero è anch'esso un problema?

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Al momento e' meglio evitare la stitichezza perche' le procurerebbe evacuazioni piu' fastidiose; tuttavia anche la diarrea, essendo per lo piu' acida, le darebbe fastidio: la soluzione sta nel mezzo... Se poi non va al bagno per un giorno intero non e' un problema, anche se questo potrebbe causare un aumento della consistenza delle feci e quindi maggiori problemi alla defecazione successiva.
Lo so, non e' facile... ma si tratta di un periodo che presto passera'...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
Grazie infinite dottore Spina. Grazie davvero di cuore per i suoi squisiti consigli. Le sue parole mi sono di enorme conforto in questo periodo di sofferenza. Solo chi è stato operato sa che tipo di disagio si prova, e Voi medici chirurghi ne siete consapevoli quanto noi pazienti.
Tantissime grazie ancora.