Utente 937XXX
Buongiorno vorrei sottoporvi il mio problema.
Sono un paziente affetto da rettocolite ulcerosa da circa 16 anni in fase quiescente (ultima colon luglio 2019) della malattia in trattamento con mesalazina.

Il problema che vi sottopongo è incominciato circa 2 mesi con dolore intenso a livello anale.
Mi sono rivolto al mio gastroenterologo il quale mi ha sottoposto ad anoscopia e ha evidenziato una emorroide a sx molto gonfia.
Mi prescrisse supposte di topster e asacol la situazione dopo qualche tempo è migliorata ma non del tutto.
Infatti dopo la sospensione delle supposte ho iniziato ad avere di nuovo fortissimi dolori all'ano e ho avuto anche 2 gg di febbre.

A questo punto ho iniziato ad avvertire un zona gonfia dura e dolente che dall'ano si estendeva verso il gluteo sx.
Il medico curante vista la febbre mi prescrisse Ciproxin 500 x 2 con miglioramento del quadro doloroso e della febbre.

Il miglioramento però è stato associato anche alla fuoriuscita direttamente dall'ano di materiale liquido giallastro e appiccicoso che sporcava le mutande.
Alla fuoriuscita di tale materiale si accompagnava una diminuizione del dolore e del gonfiore che prontamente ritornava dopo aver evacuato.

Ad oggi la sintomatologia dolorosa è quasi nulla si nota soltanto a livello del gluteo e non dell'ano una zona circolare molliccia al centro e più dura in periferia che è nettamente diminuita come gonfiore e alla mia pressione drena ancora del materiale giallastro dall'ano soprattutto dopo aver evacuato.

La cosa strana è che nn riesco a vedere il foro da cui drena il materiale all'esterno ma sembra sia proprio all'interno del canale anale.

Cosa ne pensate?
Grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! È probabile che lei abbia sviluppato un ascesso perianale che si è poi aperto nell'anoretto.
Una eco endoanale o una RM pelvi perineale è necessaria per una conferma.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 937XXX

Grazie mille dottore per la risposta....nel caso specifico la terapia è prevalentemente chirurgica? Grazie ancora