Utente 569XXX
Salve caro dottore sono un ragazzo di 35 anni con un prolasso rettale con sintomi da ostruita defecazione... Le volevo chiedere se con la metodologia trap per emorroidi era possibile correggere anche il prolasso rettale... Leggo in giro con questa metodica molta gente guarisce... Con delle infiltrazioni e si evitano l'intervento chirurgico... Grazie mille dottore

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non è conosciuta e né validata, da nessuna delle più autorevoli Società di Colonproctologia, la metodica con tale nome.
Per noi Colonproctologi, anche se non tanto giovani, Trap è un genere musicale considerato sotto genere dell’hip hop.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 569XXX

Dottore le ho chiesto solamente per il semplice motivo che molta gente con questa metodica a risolto... Per quello non per altro... Perché fanno fare questa metodica dottore se non è valida?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si fanno tante cose che non sono valide e questa non è la sede adatta per poter discutere sulla validità scientifica di alcune terapie e di alcune sostanze, quello che va detto è che la terapia flebotropica in oggetto non rappresenta una reale risposta alle cause della malattia emorroidaria(prolasso rettale interno o iperafflusso) e per questo motivo non viene considerata come utile, per il trattamento della malattia emorroidaria, in nessuna delle linee guida delle più autorevoli società di Colonproctologia.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 569XXX

Capito dottore... Può essere che tra mille anni sarà la tecnica più innovativa del pianeta per risolvere tale problemi.... Ma per ora è solo una cosa fatta senza senso... Che la gente si sottopone.. Sarei curioso di parlare con la gente che lha fatta per sapere cosa dice caro dottore... Se hanno risolto il problema o è solo una stronzata..

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo! ma se cerca in rete provi come rimedio l'uso delle castagne in tasca contro le emorroidi, troverà sicuramente chi ha risolto.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente 569XXX

Caro dottore io quindi l'unico metodo per risolvere è solo la chirurgia... Che poi con la chirurgia resecando il prolasso il retto ritorna nella stessa posizione di prima cioè non se ne scende più? Perché sai sentendo medici dicono che il retto è come se si scollasse dalla parete e che con la chirurgia non si va di nuovo a sistemare.. Cioè il problema primario rimane sempre.. Ma solo la parte che da fastidio alla defecazione.. Grazie mille

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! la recidiva è possibile, come in tante altre patologie trattate chirurgicamente, ma non per questo si rinuncia a trattarla.
Se rispetterà, nel post operatorio, consigli dietetici e comportamentali il rischio di una recidiva si ridurrà.
Ne parli con il suo Proctologo.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente 569XXX

Giustamente perché la recidiva caro dottore è molto pericolosa nei primi periodi dopo fatto l'intervento.... Poi se le cose vanno bene più passa tempo e più si riduce la recidiva...? Cioè da quel che ho capito la recidiva è più pericolosa quando la parte è ancora molto debole..

[#9]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
No! Non solo nel post operatorio ma sempre.
La recidiva è possibile quando a delle condizioni che predispongono si aggiungono dei fattori scatenanti, nello specifico sforzi che aumentano la pressione addominale e feci dure che stirano le pareti rettali.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#10] dopo  
Utente 569XXX

Capito dottore.. Vabbe sarebbero le cause che lo possono creare come la prima volta... Nel mio caso le lunghe sedute in bagno spesso e volentieri diarrea.... Ovviamente una stipsi ostinata potrebbe rifarlo uscire.. Se Nn curata

[#11]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#12] dopo  
Utente 569XXX

Grazie mille dottore..

[#13] dopo  
Utente 569XXX

Salve caro dottore.. Mi sono deciso con l'operazione a Roma ma purtroppo ora con questo problema il mio proctologo non sta operando spero lo rifaccia quanto prima perché mi vogiio levare questo pensiero che mi butta molto bene giù psicologicamente... Purtroppo mi causa molta ansia questo problema perché è molto fastidioso... Il medico mi ha detto di prendere un cucchiaio di olio di vasellina e cicatridina... Per aiutarmi nella defecazione.... Quello che mi stressa di più è proprio il fatto di andare spesso in bagno senza riuscirci cioè le feci ci sono ma Non escono... Per farle uscire spesse volte devo stimolarmi con il dito la defecazione ed escono poi... Solo così riesco a trovare un po di sollievo alla pesantezza anale.. Avvolte caro dottore mi capita anche di fare qualche clistere in verità per svuotarmi bene... Ma è normale che io abbia un transito molto rallentato alla fine cioè sento lo stimolo ma le feci sembrano bloccate..? Ho provato ad prendere anche 2 3 cucchiai di olio di vasellina ma dopo un po' però è impossibile vado in bagno di continuo cioè il mio transito diventa ultra veloce... Lei sa darmi un consiglio per stare un po meglio nel frattempo aspetto l'operazione.. Grazie mille

[#14]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Probabilmente il problema è doppio: transito rallentato + ostruita defecazione.
Segua i consigli del suo curante senza esagerare.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#15] dopo  
Utente 569XXX

Ma il transito rallentato caro dottore può essere dovuto pure allo stesso prolasso... Che blocca le feci all'interno del retto e ho lo stimolo di evacuare... E ci riesco soltanto tramite digitazione cioè mi devo stimolare la defecazione.... E poi dottore come si cura il transito rallentato..? Non ne ho mai sofferto per quello... Ne sto soffrendo ora che ho il prolasso... Anzi ho sempre avuto un transito molto veloce m.. Grazie mille

[#16]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il transito rallentato non fa arrivare le feci con regolarità nell'ampolla rettale; il prolasso, quando le feci sono in ampolla, ne impedisce la fuoriuscita(ostruita defecazione)
La stipsi da rallentato transito, di solito, è uno dei sintomi della sindrome dell' intestino irritabile.
La cura è quella per la sindrome dell' intestino irritabile.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#17] dopo  
Utente 569XXX

Ah ho capito dottore il problema del rallentato transito fa parte della sindrome del colon irritabile.. Però se correggo il prolasso non ho devo più stimolarmi per farle uscire ms escono da sole.... Il fatto è che è me arrivano in ampolla e poi non escono causa prolasso rettale... Questo è il mio fastidio più che altre il non riuscire a defecare le feci senza aiuto.... Fosse tutto più semplice. Nn devo stare seduto in bagno 15 minuti ma bensì 5... Perché non trovano l'ostruzione davanti... E defeco nella totale normalità.... Io ho sempre sofferto di intestino irritabile prima avevo alvo diarroico poi con l'osteopatia sono riuscito a risolvere il problema... Dottore ma dopo l'operazione devo stare fermo parecchi o bastano 15 giorni e posso riprendere il lavori normalmente... Faccio l'autista di 118.. Grazie mille...

[#18]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dipende dal tipo di intervento.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#19] dopo  
Utente 569XXX

Devo fare la elp caro dottore... Che penso sarà una starr più o meno... Quanto sono i tempi di recupero per questa operazione? Ma il fatto di fare più evacuazioni al giorno di due tre pezzi a volta questo può essere legato al prolasso che non riesco a liberarmi bene o sempre al transito rallentato? Grazie mille

[#20]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La Elp é la Longo ed i tempi di recupero sono rapidi, l' assenza di ferite esterne ed una ridotta sintomatologia dolorosa permettono un ritorno all'attività lavorativa in meno di due settimane.
La defecazione frammentata è un sintomo della ostruita defecazione da prolasso rettale.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#21] dopo  
Utente 569XXX

Bene quindi in due settimane dovrei recuperare bene.. Ho paura solo di qualche sintomo caro dottore tipo l'urgenza defecatoria... Che poi non ho capito come urgenza defecatoria si intende che faccio diarrea oppure anche feci normali? La cosa che non riesco a capire è perché faccio tante feci... Spero sia un sintomo del prolasso... Le ho detto vado in bagno 3 4 volte al giorno... Spero sia il fatto che non riesco a svuotare del tutto e mi causa questo problema perché ero molto invalidante sta situazione specialmente sul lavoro... Grazie mille dottore...

[#22]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L urgenza post operatoria è caratterizzata da un impellente necessità di andare ad evacuare.
La defecazione frammentata cesserà con la rimozione dell prolasso ostruente.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#23] dopo  
Utente 569XXX

Quindi caro dottore l'urgenza post operatoria ci sarà sicuro? Cioè in poche parole non riesco a trattenere le feci devo andare per forza in bagno? E in genere dopo l'operazione quante volte si va in bagno dopo nell'arco della giornata 3 4 come adesso e si normalizzare il tutto e riesco ad andare una volta al massimo due come una persona normale... Grazie mille

[#24]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
L' urgenza è un disturbo frequente nel post operatorio di interventi
sull" ano-retto.
Evacuazioni frequenti no!
Questa è una caratteristica dei pazienti affetti da sindrome dell' intestino irritabile.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#25] dopo  
Utente 569XXX

Ho capito caro dottore e questo disturbo e quanto dura in genere? Poi va via da solo e permane per sempre... Io già prima soffrivo di questo disturbo.. Cioè appena mangiavo dovevo correre in bagno.. Sarebbe questa l'urgenza più o meno? Comunque ho notato una cosa a mezzogiorno dopo mangiato riesco ad andare in bagno e sembra che le feci escano... Poi verso la sera invece ho lo stimolo ma riesco soltanto digitandomi.. Cioè tipo se ho meno pressione di mezzogiorno e le feci non riesco a cacciarle... Secondo voi perché...? Grazie mille

[#26]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Da quello che riferisce cominciò a nutrire dei dubbi sull' origine dei suoi disturbi. Il tutto sembrerebbe frutto di una patologia funzionale dove la presenza di un prolasso rettale centra ben poco.
A distanza non posso esserle ulteriormente di aiuto.
Dovrei visitarla per confermare la necessità di un intervento e per escludere la possibilità che questo possa procurarle più fastidi che benefici.
Chiarisca con il collega proctologo, che ha posto l' indicazione chirurgica, quali possono essere le complicanze e i disturbi che accompagnano questo intervento, in particolar modo in quei pazienti con disturbi funzionali come i suoi.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#27] dopo  
Utente 569XXX

Io andai a visita a febbraio dal proctologo e il prolasso me lo fece vedere anche in foto... Però come le ho detto a mezzogiorno riesco a defecare la maggior parte delle volte.... Cioè quando spingo escono le feci.. Ovviamente non sempre riesco a defecare bene... Però io noto che quando sembra che c'è più pressione intestinale riesco ad avacuare... Però dopo mangiato riesco quasi sempre a defecare a prima botta senza aiutarmi... Cioè le feci escono... Poi come le ho detto e a giorni... Ci sono giorni che ho una defecazione più soddisfacente e giorni dipende pure dalle feci se sono più morbide o più dure... Lei dove fa visita caro dottore?

[#28]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
In Napoli. Ma al momento è tutto fermo.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#29] dopo  
Utente 569XXX

Quindi caro dottore per ora Nn fa visita...? Lei dice che per maggio riesce a mettersi all'opera di nuovo?

[#30]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Speriamo!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#31] dopo  
Utente 569XXX

Grazie mille dottore speriamo che questa situazione passi in fretta... Dottore io diciamo che ho sempre sofferto di colon irritabile.... E prima subito dopo mangiato dovevo correre la maggior parte delle volte subito in bagno.. L'urgenza del post operatorio può essere paragonata a quella più o meno? Figurati per questo fatto mi facevo pure i problemi ad andare a pranzo fuori... Grazie mille

[#32]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#33] dopo  
Utente 569XXX

Grazie mille dottore... Oggi caro dottore ho parlato con una ragazza del mio paese che lavora al gemelli a Roma e mi hanno detto che li usano là metodica thd per il prolasso rettale.. Senza stapler e che viene fatta del tutto manualmente cosa ne pensa di questa metodica? E risolutiva per il mio problema...? O è meglio la elp.. Grazie mille