Utente 569XXX
Salve caro dottore sono un ragazzo di 35 anni con un prolasso rettale con sintomi da ostruita defecazione... Le volevo chiedere se con la metodologia trap per emorroidi era possibile correggere anche il prolasso rettale... Leggo in giro con questa metodica molta gente guarisce... Con delle infiltrazioni e si evitano l'intervento chirurgico... Grazie mille dottore

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non è conosciuta e né validata, da nessuna delle più autorevoli Società di Colonproctologia, la metodica con tale nome.
Per noi Colonproctologi, anche se non tanto giovani, Trap è un genere musicale considerato sotto genere dell’hip hop.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 569XXX

Dottore le ho chiesto solamente per il semplice motivo che molta gente con questa metodica a risolto... Per quello non per altro... Perché fanno fare questa metodica dottore se non è valida?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si fanno tante cose che non sono valide e questa non è la sede adatta per poter discutere sulla validità scientifica di alcune terapie e di alcune sostanze, quello che va detto è che la terapia flebotropica in oggetto non rappresenta una reale risposta alle cause della malattia emorroidaria(prolasso rettale interno o iperafflusso) e per questo motivo non viene considerata come utile, per il trattamento della malattia emorroidaria, in nessuna delle linee guida delle più autorevoli società di Colonproctologia.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 569XXX

Capito dottore... Può essere che tra mille anni sarà la tecnica più innovativa del pianeta per risolvere tale problemi.... Ma per ora è solo una cosa fatta senza senso... Che la gente si sottopone.. Sarei curioso di parlare con la gente che lha fatta per sapere cosa dice caro dottore... Se hanno risolto il problema o è solo una stronzata..

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo! ma se cerca in rete provi come rimedio l'uso delle castagne in tasca contro le emorroidi, troverà sicuramente chi ha risolto.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente 569XXX

Caro dottore io quindi l'unico metodo per risolvere è solo la chirurgia... Che poi con la chirurgia resecando il prolasso il retto ritorna nella stessa posizione di prima cioè non se ne scende più? Perché sai sentendo medici dicono che il retto è come se si scollasse dalla parete e che con la chirurgia non si va di nuovo a sistemare.. Cioè il problema primario rimane sempre.. Ma solo la parte che da fastidio alla defecazione.. Grazie mille

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! la recidiva è possibile, come in tante altre patologie trattate chirurgicamente, ma non per questo si rinuncia a trattarla.
Se rispetterà, nel post operatorio, consigli dietetici e comportamentali il rischio di una recidiva si ridurrà.
Ne parli con il suo Proctologo.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente 569XXX

Giustamente perché la recidiva caro dottore è molto pericolosa nei primi periodi dopo fatto l'intervento.... Poi se le cose vanno bene più passa tempo e più si riduce la recidiva...? Cioè da quel che ho capito la recidiva è più pericolosa quando la parte è ancora molto debole..

[#9]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
No! Non solo nel post operatorio ma sempre.
La recidiva è possibile quando a delle condizioni che predispongono si aggiungono dei fattori scatenanti, nello specifico sforzi che aumentano la pressione addominale e feci dure che stirano le pareti rettali.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#10] dopo  
Utente 569XXX

Capito dottore.. Vabbe sarebbero le cause che lo possono creare come la prima volta... Nel mio caso le lunghe sedute in bagno spesso e volentieri diarrea.... Ovviamente una stipsi ostinata potrebbe rifarlo uscire.. Se Nn curata

[#11]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#12] dopo  
Utente 569XXX

Grazie mille dottore..