Utente
Buongiorno,
vi scrivo per una domanda che sembrerà un pò stupida o strana per un'adulta, ma spero comunque di poter ricevere il vostro aiuto.

Soffro di colon irritabile da qualche anno (dopo una visita qualche mese fa, è venuto fuori che forse è dovuto a SIBO, ma purtroppo, visto il periodo ho preferito rimandare gli esami, per cui non ne ho ancora la conferma) e di gastrite cronica.

Negli ultimi 2 anni inoltre ho sofferto molto spesso alle vie urinarie di cistite batterica, data tutte le volte da Escherchia Coli.


Il più delle volte quando vado in bagno per evacuare (circa un giorno sì e un giorno no), non ho delle belle feci e l'ano risulta molto sporco, per cui ci metto molto a pulirmi (40 minuti o più).
E mi sono accorta che, soprattutto negli ultimi 2 anni, per "prevenire" le infezioni mi pulivo molto a fondo, introducendo il dito all'interno dell'ano anche per 2/3 cm, perchè anche se dopo avevo bruciore all'ano (dovuto sicuramente allo sfregamento), mi sentivo più sicura di essere pulita.

In realtà ho scoperto che non serve a nulla come "prevenzione" e leggendo un altro post in questo forum ho letto che in realtà può addirittura causare dei danni.
Adesso ho ridotto di molto e cerco di inserire poco il dito, di uno o un centimetro e mezzo, per pulire bene tra le pieghette e subito "sotto" la pelle delle pieghette, ma ho il dubbio che sia ancora troppo.

Premetto che non ho mai avuto perdite di nessun tipo, e l'unico "problema" fisico è che ci metto molto a pulirmi e che se passo la carta solo in un verso (per cui partendo dalla zona vaginale a quella anale) alla fine non sono ben pulita, per cui devo passarla in entrambi i sensi per pulirmi bene (anche se cerco di pulire la maggior parte delle feci passando la carta dalla zona vaginale a quella anale e solo dopo faccio il contrario)

Le mie domande sono dunque queste 2, anche se possono sembrare un pò sciocche:
-quanta pressione devo fare per pulirmi correttamente l'ano, se è scorretto infilare il dito anche di 1/1, 5 cm all'interno?
Purtroppo mi sono talmente tanto abituata a fare così, che non ricordo più come facevo prima (che era sicuramente corretto).
Ho paura di pulirmi troppo superficialmente e o sporcarmi l'intimo o prendere un'altra infezione alle vie urinarie.

-è corretto pulirsi tra le pieghette dell'ano e appena "sotto" la pelle con le pieghette o è già troppo "interno"?


Mi vergogno molto per queste domande, ma credo che l'unico modo per sapere se sto sbagliando è chiedere a persone esperte e per questo motivo ho pensato di rivolgermi a voi, anche se possono sembrare domande sciocche.


Vi ringrazio tanto per l'attenzione e l'aiuto che mi vorrete dare!

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
40 minuti per pulirsi mi sembra eccessivo ma non credo provochi danni. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
la ringrazio per avermi risposto così velocemente! Soprattutto da adesso, so che non rischio di danneggiarmi e sono più tranquilla.

So che purtroppo 40 minuti sono tant (anche perchè a volte arrivo a metterci anche un'ora), ma forse perchè controllo di essere perfettamente pulita anche in mezzo alle pieghette.
A volte infatti rimando degli impegni, perchè purtroppo il tempo impiegato è molto.

Secondo lei ci potrebbe essere un modo, sempre efficace, ma più veloce?

La ringrazio nuovamente e le auguro un'ottima settimana!