Utente
Gentili Dottori,
Vi ho già scritto a questo proposito ma la mia ansia non mi fa stare tranquilla, soprattutto in questo periodo.
Da questa estate soffro di una forma recidivante di candida vaginale, dalla pelle della vagina, il dolore, il fastidio si è cominciato ad irradiare fino all’ano, mi tira tutta la pelle e nell’ano sento come punture di spillo.
Queste sensazioni vanno e vengono, non sono continue, anche perché, con le terapie, la candida ogni tanto si placa.
A dicembre mi si è riacutizzata la candida e, dopo una defecazione con dolore al passaggio delle feci (tipo spillo), ho notato goccioline di sangue sulla carta e segni come di strisce di una matita.
Un altro episodio si è verificato a fine gennaio e poi in questi giorni (in cui tra l’altro ho anche il ciclo) dolore durante defecazione difficoltosa e macchioline di sangue sulla carta.
Oggi ho avvertito sempre fastidio all’ano, in un punto come se ci fosse uno spillo e, stasera, passando la carta proprio nel punto specifico, senza defecazione, ho trovato una puntina di sangue.
Sono consapevole che avrei dovuto da tempo fare una visita, ma non l’ho fatta e ora ho paura.
Preciso che il sangue non lo vedo nel water, se è sulle feci non lo so perché non le guardo per paura (da lontano mi sembra di no).
Ho sofferto dopo il parto di ragade anale e di emorroidi che nel corso degli anni, ogni tanto, si risvegliavano.
La cosa che ora mi spaventa è che in tre mesi ho avuto episodi più ravvicinati (negli anni passati un episodio, massimo due all’anno).
Sono ipocondriaca e in psicoterapia per questo motivo.

Vi ringrazio per la Vostra attenzione

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Nulla di drammatico!
Dalla descrizione della sintomatologia e per la presenza di una candida vaginale, è possibile che le piccole tracce di sangue provengano da una dermatite anale.
Questa potrebbe spiegare l' assenza dell'intensa sintomatologia dolorosa della ragade anale.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore per la risposta e per l’attenzione
Buon lavoro
Saluti