Utente
Gentili dottori,
Sono una ragazza di 24 anni, la mia defecazione non è regolare, mi capita di andare di corpo ogni 2/3 giorni, come può capitare anche 2/3 volte in un giorno.
Ho episodi di stitichezza e mi è capitato più volte negli anni durante l'atto, sforzandomi a causa di feci dure, di trovare del sangue sulla carta igienica, e lavandomi sentire del bruciore in specifici punti come se ci fossero dei graffi.
Non mi sono mai allarmata essendo consapevole che potevano esserci lesioni causate dalla stitichezza e dallo sforzo nella defecazione, e il dolore si limitava al momento.
Di solito applico pasta fissan dopo aver fatto il bidet.

Ultimamente mi capita di provare dolore nel defecare anche quando le feci non sono dure, e oltre al sangue sulla carta igienica, l'ho notato anche sulle feci sull'estremità espulsa e alcune goccioline nell'acqua del wc.
Ho applicato la preparazione H dopo questi episodi.
Questa volta la zona è stata dolorante per qualche ora, e notare il sangue e il dolore acuto nell'atto mi hanno preoccupata.

Ho contattato telefonicamente il medico di base, che mi ha consigliato di bere molta acqua e di assumere Fleboral 300, ma che, data la situazione covid, non sapeva come aiutarmi al momento perché non è possibile prescrivere una visita chirurgica, e che potrebbe trattarsi di ragadi o emorroidi.
Osservando me stessa, ho notato dei taglietti nella zona anale, al tatto non sento alcuna escrescenza.

Non ho ancora assunto Fleboral, dopo qualche giorno dall'ultimo episodio, in cui ho applicato la preparazione H, defecando non c'è stato alcun dolore; oggi invece ho nuovamente provato dolore e trovato sangue sulla carta e sull'estremità delle feci come l'altro episodio.

Cari dottori, vorrei sapere la vostra opinione ed eventuali consigli a riguardo, appena sarà possibile quale medico dovrei vedere?
È il caso di assumere Fleboral 300?
Dal momento in cui ho difficoltà a deglutire le capsule, c'è qualche alternativa a questo?


In attesa di una vostra risposta, vi ringrazio per l'attenzione e vi saluto cordialmente

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, dai sintomi descritti le ipotesi fatte sembrano verosimili, ma la terapia deve essere stabilita dal medico che la visita, un proctologo è lo specialista più indicato, quindi programmi una visita, per porre una giusta diagnosi e quindi una terapia conseguente, le terapie telefoniche non sono mai il massimo, anche se in questo periodo passato lo comprendo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza