Utente
Buonasera, sono una ragazza di 36 aa e da una settimana, a seguito di una visita ginecologica per endometriosi con ispezione rettale, mi sono svegliata di notte con un forte dolore al retto e la sensazione di dover defecare.
In bagno non ho fatto nulla e dal giorno successivo il dolore si è amplificato tanto da diventare atroce.
Insieme al dolore, la sensazione di un corpo estraneo e di un pugnale infilato nel retto e di avere bisogno di andare in bagno.
Vado avanti a Toradol da 7 gg e ieri sono andata al ps.
Mi è stato detto che potrebbe trattarsi di ragadi anali vista la sintomatologia e visto che a causa Dell’endometriosi e dell’alternanza tra diarrea e stipsi le emorroidi di cui soffro da tanti anni sono decisamente peggiorate, escono all’esterno e devo rimetterle all’interno manualmente.
Da ieri ho iniziato il proctolyn e continuo con il toradol ma la mia paura è che possa essere più grave.
I sintomi sono leggermente attenuati ma non scomparsi e richiedono comunque l’assunzione del toradol.
Domani avrò la visita con il proctologo ma sono abbastanza preoccupata vista la gravità del dolore.
Gli esami del sangue fatti in ps sono buoni (emocromo e pcr).
Vi ringrazio per l’attenzione

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente dalla sintomatologia descritta anch’io penserei alla ragade e quindi la terapia che sta assumendo non è specifica, quindi abbia pazienza fino alla visita per impostare una terapia più efficace.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza