Utente
Buongiorno,
Ho 29 anni e da 2 anni ho sintomi molto invalidanti poichè non riesco a liberare l'intestino dalle feci e ho costantemente gas bloccato nell'intestino che mi genera dolore continuo e mi impedisce di dormire.


Mi è stata diagnosticata una ostruita defecazione a causa di un prolasso rettale, ed è presente anche un piccolo rettocele.
La diagnosi è basata su una defecografia.

L'indicazione di 2 specialisti che mi hanno visitato ritengono che la soluzione al problema possa solo essere chirurgica, mi è stato proposto l'intervento STARR.


Questo intervento mi è stato fortemente sconsigliato da un chirurgo che conosco: dice che l'intervento non è pericoloso ma può generare problemi molto seri di incontinenza e dolori pelvici cronici a distanza di tempo.

Per quanto possa valere mi sono informato su internet e ho effettivamente trovato molte conferme e molte testimonianze di persone che hanno manifestato queste complicanze.
I medici che mi vorrebbero operare hanno detto che nel mio caso non farebbero mai una rettopessi ventrale laparoscopica.

Vorrei sapere di più su queste problematiche prima di procedere con l'intervento, so che la rettopessi è un'intervento più importante ma non vorrei prendere scorciatoie e arrivare a rovinarmi la vita con le complicanze di un intervento.

Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente.
La STARR è una tecnica valida per risolvere il prolasso rettale interno sintomatico.
Eseguita da mani esperte e con la giusta indicazione è una tecnica sicura ed efficace.
A distanza e nel suo caso specifico non posso esprimere un parere sulla utilità o meno di una Rettopessi Laparoscopica in alternativa alla STARR.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com