Utente
Buonasera, in previsione di un intervento per curare una fistola transfinterica di 4 cm ho consultato due chirurghi proctologi.

Il primo mi propone il posizionamento di un setone "loose"per 6/8 settimane e successivamente una ablazione laser.

Il secondo propone un unico intervento utilizzando unicamente la tecnica vaaft (con bisturi elettrico).

Da quello che ho capito laser e vaaft compiono all' incirca la stessa operazione con due tecniche ovviamente differenti.

Quale delle due mi permetterebbe di provare meno dolore?
quale la meno invasiva?
quale richiede un decorso post operatorio meno brigoso da gestire?
quale permette un ritorno alla vita di tutti i giorni piu' rapido?
in sostanza, quale vi sentite di consigliarmi?
vi ringrazio fin da ora per la vostra gentile consulenza.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il decorso post operatorio ed la sintomatologia dolorosa sono sovrapponibili.
Eseguo entrambe le tecniche, la VAAFT distrugge la fistola sotto visione diretta il Laser no!
A distanza, nel suo specifico caso e senza averla visitata e visionato la eco endoanale, non posso esprimere un parere, anche in merito alla utilità di un posizionamento del setone prima di procedere alla Laser o alla VAAFT.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua risposta. Se il decorso e la sintomatologia sono sovrapponibili mi permetto allora di considerare l' aspetto economico che, nel mio caso, non è trascurabile. Laser sarebbe eseguito privatamente mentre la Vaaft in regime di SSN, per altro in un unico intervento invece di setone+laser come proposto nel primo caso.
Se davvero non ci sono altre differenze sostanziali, mi pare ovvio orientarsi verso la tecnica Vaaft che, come lei ha ricordato, distrugge la fistola sotto visione diretta il Laser no! So che una percentuale di recidiva esiste sempre e comunque con entrambe le tecniche.....
posso andare tranquillo secondo lei optando quindi per confermare la Vaaft?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Che dirle?
Le sue considerazioni sono valide.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com