Utente
Buongiorno,
Di recente 2 proctologi mi hanno diagnosticato la ostruita defecazione per un prolasso, attraverso la defecografia, mi hanno indicato l'intervento Longo come soluzione.
Ho visto altri 3 proctologi, tra cui Longo.
Questi tre specialisti non solo ritengono non abbia il prolasso, ma che l'intervento non sia affatto necessario.
Ho quindi per il momento deciso di non operarmi perchè i pareri sono troppo discordanti.

Il problema principale è che il mio intestino si gonfia a tal punto da provocare dolore, il problema peggiore è però l'incontinenza.

Tutto il giorno e tutti i giorni ho un flusso costante di gas che esce in maniera incontrollabile e la cosa va avanti da anni.
La pressione con la quale esce è tale da non riuscire a introdurre le supposte di topster che mi hanno prescritto e da far muovere notevolmente le coperte (e i vestiti) e gonfiarle quando vado a dormire.
Come è possibile immaginare, non posso avere nessun rapporto con una donna e in generale una vita sociale.

Vorrei solo trovare qualcuno che mi aiuti su questo problema, posso sopportare dolore e gonfiore ma questa incontinenza devo risolverla.


Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La "flatulenza" riconosce diverse cause.
A distanza e senza una visita diretta è impossiblile aiutarla.
Questa "patologia" è di pertinenza gastroenterologica.
E' il gastroenterologo lo specialista di riferimento.
Cordiali saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno,

Certamente, di indagini gastroenterologiche ne ho svolte moltissime, con numerosi specialisti, i quali hanno alzato le mani perchè dicono che il quadro proctologico influisca su tutta la situazione. I proctologi hanno detto l'esatto contrario, sebbene quelli propensi all'intervento abbiano sostenuto di poter risolvere l'incontinenza con l'intervento.

L'unica cosa che vorrei capire è come mai io sia incontinente, nel senso se il gonfiore così marcato induca una incontinenza di riflesso e meccanica, oppure se è il problema proctologico a farlo. Nessuno degli specialisti mi ha risposto su questo e nessuno mi ha detto come è possibile affrontare il problema. Non so sinceramente come procedere a livello medico e diagnostico.

Grazie per la risposta

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Le ripeto a distanza non è possibile entrare nel merito su quello che le è stato detto.
Dovrei visitarla per esprimere un parere sulla sua situazione sfinterica e continenza.
Online non è opportuno "avventurarsi" in ipotesi
che potrebbero essere senza alcun fondamento.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com