Utente
Salve,
Circa due mesi fa ho fatto un trattamento con crioterapia per risolvere un problema emoirrodario.
Nonostante sia stato avvertito che nei due mesi circa avrei perso del sangue dovuto al fatto che la ferita sarebbe dovuta guarire, ho notato che negli ultimi due giorni (specialmente ieri) all’atto della defecazione le perdite di sangue sono state piuttosto abbondanti... essendo che soffro anche di colon irritabile... quest’ultimo potrebbe ritardare effettivamente il tempo di guarigione?

Cordiali saluti
Ernesto Rossi

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
No, il colon irritabile non influisce sui tempi di guarigione. Se la problematica persiste oltre il tempo ipotizzato informi il suo proctologo per una visita di controllo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
Salve,
Ho informato il proctologo...se tutto va bene dovrei essere visitato questo venerdì. Nel mentre però ho notato che in questi ultimi giorni andando una volta al giorno in bagno le perdite di sangue sono diventate sempre più importanti. Stasera 16 novembre ho avuto un attacco di colite che mi ha causate diverse scariche diarroiche con relative perdite di sangue. Al momento per bloccare il sintomo diarroico ho preso due pastiglie di dissenten. Ma nonostante ciò avverto la sensazione come se avessi ancora delle continue perdite ematiche zona retto...nel tempo di attesa per potermi far vedere ..è possibile che con tutte queste perdite di sangue il ferro possa andarmi parecchio giù?se si come posso tamponare questo problema delle perdite di sangue nell’attesa di farmi visitare ?.
Cordiali saluti
Ernesto

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente dovrebbe prima capire il motivo della diarrea che non ha nulla a che vedere con i problemi proctologici, poi per quanto riguarda il compenso delle perdite di sangue parli con il suo curante che dopo averle fatto fare degli esami di controllo, potrà prescriverle se indicato un integrazione di ferro.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente
Buona sera dottore,
Grazie ancora della sua cortese risposta.Volevo un attimo aggiornarla sulla situazione. Il mio dottore di base al momento non è disponibile quindi ho dovuto per forza di cose telefonare al dottore che mi ha eseguito il trattamento...che teoricamente mi avrebbe dovuto vedere domani ma purtroppo per motivi tecnici ha dovuto rinviare a Venerdi prossimo...siccome gli ho spiegato che ogni volta che vado in bagno i sanguinamenti si fanno sempre piu' importanti .... (tra l'altro ogni volta che vado in bagno ho la sensazione come se qualcosa si strappasse all'interno dell'orifizio) ... mi ha dato da prendere in attesa della visita per 6 giorni Tranex 500. Secondo lei è meglio se a questo punto vado direttamente in pronto soccorso domani oppure prendo questo farmaco e aspetto di arrivare a venerdi prossimo ? mi scusi se la disturbo davvero ma a riguardo di questa situazione sono effettivamente un pò preoccupato.

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Se migliora il sanguinamento può aspettare, altrimenti si recherà al ps.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#6] dopo  
Utente
Salve dottore,
Alla fine sono stato visitato dal mio medico referente e mi è stato detto che la ferita si deve ancora asciugare...chiedendogli come mai dopo due mesi non si è chiusa, lui mi ha risposto che ognuno necessita dei propri tempi per guarire .
Ora per accellerare la guarigione mi è stato prescritto un farmaco "Cicatridina" supposte per accellerare il processo della chiusura della ferita .
La mia domanda è secondo lei se prendo la pomata al posto delle supposte (che poco tollero)...la cura sarebbe uguale oppure cambierebbe?

[#7]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente va bene qualsiasi cosa se si tratta di una problematica acuta, nel caso si tratti di una problematica cronica, non sarà probabilmente la terapia che cambierà i risultati. Perciò dovrà seguirla il proctologo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#8] dopo  
Utente
Capisco...ma che sia acuta o cronica...il tempo per stabilirlo di quanto è?sopratutto nel mio caso sarebbero meglio le supposte o una pomata?
Cordialità
Ernesto Muti

[#9]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
signor Ernesto, sulla pomata e sulle supposte le ho già risposto, per i tempi deve ovviamente chiedere al proctologo che la segue in relazione alle caratteristiche del problema che solo lo specialista le può indicare.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#10] dopo  
Utente
Salve dottore,
Vorrei fare una domanda : nei casi in cui ci sia una cronicizzazione della ferita che non ne vuole sapere di chiudersi....la strada alternativa sarebbe per forza un altro intervento chirurgico?

[#11]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
È probabile, ma è sempre lo specialista a decidere.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#12] dopo  
Utente
Salve Dottore,
Volevo aggiornarla: essendo abbastanza preoccupato della situazione , sono andato da un altro collega per sentire un altro parere. A riguardo mi è stato detto :

Ispezione rettale: Ano ad imbuto con anoderma normoconformato. Nell'ispezionamento ipertono del complesso sfinteriale. Regolare cordinazione addomino-perianale. Ferita sanguinante posterire di chirurgia proctologica ragadiforme.

Diagnosticato : ferita chirurgica sanguinante.

Si consiglia: Intervento chirurgico di cauterizzazione e anoplastica.

mi è stato detto di abbondare con una dieta ricca di scorie e 2l d'acqua al giorno. Usare psyllogel megafermenti 1 bustina 2 volte al giorno prima dei pasti abbondanti utilizzo quotidiano di un dilatatore anale tipo dilatan e un Emocromo di controllo.

Chiaro che al riguardo dell'operazione sono un pò preoccupato perchè a sentire di chi già l'ha fatto mi sembre di capire che il post operazione non è molto simpatico.
Volevo chiedere un consiglio... quanto tempo secondo lei posso far passare per valutare se effettivamente è il caso di andare sotto i ferri oppure no?perchè a sentire il chirurgo di riferimento sarebbe favorevole a farlo in tempi brevi.

[#13]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Le conviene farla il prima possibile se vuole migliorare.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#14] dopo  
Utente
Salve dottore,
Gentilmente che lei sappia il trattamento di ragade anale è svolto con quale anestesia?che lei sappia è possibile nell'eventualità chiedere di fare anche quella locale?
Cordialmente
Ernesto Paramonti