Utente
Gentili dottori, sono un ragazzo di 26 anni e la scorsa settimana ho effettuato un intervento per la risoluzione di un problema di ragade. Il mio problema è che continuo ad avere fuoriuscita di liquido tasparente a volte rossastro, cosa che avevo anche prima dell'intervento ma associavo appunto alla ragade. Ho fatto presente tutto ciò al mio chirurgo, che non è un colonproctologo,il quale ha detto che è normale e non devo preoccuparmi. Il fatto è che continuo ad avere dei leggeri bruciori e un leggero dolore al momento della defecazione, e anche dopo, con accompagnati dolori addominali e brontolii. aggiungo che sto prendendo del laevolac per mantenere le feci morbide oltre a bere molta acqua. Potrebbe trattarsi di intestino irritabile o posso stare tranquillo?
Cordiali saluti

[#1]  
Dr.ssa Maria Morena Morelli

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
dopo il trattamento di una ragade anale è alquanto normale che ad una settimana dall’intervento si avvertano i disturbi da Lei riferiti (“…..fuoriuscita di liquido trasparente a volte rossastro.. leggeri bruciori e un leggero dolore al momento della defecazione..”)
In merito alla domanda da Lei fatta (“..Potrebbe trattarsi di intestino irritabile..”) è alquanto difficile per un consulente contattato per via telematica risponderle adeguatamente in quanto non conosciamo a fondo la Sua anamnesi e non possiamo attuare una valutazione clinica diretta (visita).
Pertanto, vistosi che il trattamento di una ragade anale fa parte del bagaglio culturale di base di ogni chirurgo generale (“..al mio chirurgo, che non è un colon proctologo..” – il proctologo è un chirurgo generale ), mi sento di dirle di continuare a fidarsi del collega che l’ha operata in quanto è l’unico a ben conoscere la situazione antecedente all’intervento e la situazione attuale.

Dott.ssa M.M.Morelli

[#2]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
gentile signore,

direi prima di tutto di stare tranquillo.

anche se non ha detto che tipo di intervento sia stato eseguito, circa una settimana fa, ritengo che comunque sia normale qualche perdita di materiale sieroematico.

le sarei grato se mi comunicasse che tipo di intervento e gli esami eseguiti prima dell'intervento stesso.

per adesso cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Vorrei aggiungere, alle puntuali considerazioni dei colleghi che mi hanno preceduto, che alcuni dei suoi disturbi(leggeri bruciori e un leggero dolore al momento della defecazione, e anche dopo, con accompagnati dolori addominali e brontolii), possono essere esaltati e legati all'assunzione del lattulosio. L’ingestione di sostanze contenenti lattosio(Laevolac), oltre a rendere le feci poltacee ed acquose le rende acide, tale acidità è responsabile di un bruciore più intenso e duraturo a livello della ferita anale, inoltre determina una maggior produzione di gas, probabile causa della sintomatologia addominale(dolori e brontolii). Per tale motivo, noi coloproctologi, ne facciamo un uso limtato preferendo altri prodotti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com