Utente
Buongiorno Dottori, sono un ragazzo di 21 anni e peso circa quasi 63kg e sono alto 1. 70
Soffro di colon irritabile e il mese scorso toccandomi le mutande per cambiarle.. mi accorsi che erano leggermente bagnate dove c’è l’ano.
Allora incuriosito mi toccai e dove c’è l’orifizio l’ho sentito leggermente bagnato. Una volta asciugatoMi il problema non si è più ripresentato. Anche il fenomeno delle mutande non si è più ripresentato mentre è molto sporadico il fenomeno dell’orifizio leggermente bagnato e sempre in modo leggerissimo. Ad esempio, stamattina mentre mi controllavo ho notato che era leggermente bagnato quindi mi sono asciugato e pulito ed il problema non si è più ripresentato. Il mio dottore dice che è normale e che non mi devo preoccupare. In questo giorni ho molte flatulenze per via del mio colon.. potrebbe essere anche questo? Non ho più il fenomeno delle mutande, non perdo sangue e non ho sangue nelle feci. Non ho prurito e non ho dolore anale pre e dopo evacuazioni. L’orifizio dopo essermelo asciugato torna normale.. e questo fenomeno si può ripresentare anche dopo settimane.. quindi non lo ho tutti i giorni. E riepeto, è leggero, quindi me ne accorgo solo quando tocco e se logicamente c’è, se no, per il resto, non mi da alcun problema.
Esami eseguiti: eco addome completo, VES, LDH, proteina c reattiva, emocromo completo, bilirubina reflex, esami epatici, esami amilasi/lipasi, corpocoltura, calprotectina, ferro/ferritina. Tutto negativo. Da cosa potrebbero dipendere questa sorte di lubrificazione all’orifizio? È normale? Può essere dovuto alle troppe flatulenze (Occasionali) dovute al colon od ad altro? Premetto che passo molte ore seduto per lavoro.. però anche dopo lunghe ore di lavoro il problema non si presenta e quindi il problema rimane occasionale e non giornaliero. Grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Colon irritabile è flatulenze!
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Salve Dottore e grazie per la sua risposta. Oggi il fenomeno si è ripresentato. Ho pensato: potrebbe trattarsi di sudore? Oggi dopo essermi fatto la doccia.. mi sono messo un paio di mutande chiare e nonostante tutto io abbia riscontrato il bagnato.. non sono state macchiate. Preciso che, il bagnato è leggerissimo e appena lo tocco la parte bagnata si secca subito.. cioè che il bagnato sparisce subito tipo come il classico sudore. Poi ho notato che, stando seduto.. questo bagnato lo sento al tatto anche sul tratto che porta all’osso sacro ed è inodore. Io lavoro su una sedia d’ufficio in finta pelle e ci passo diverse ore e mi riscalda molto, potrebbe essere quello? Difatti, ora che mi ricordo, nel 2019 in seguito ad un meeting mi accorsi che, alzandomi da una sedia in finto cuoio lucido.. lasciai un leggero alone che nel giro di pochi secondi sparì. Se sto in piedi.. la parte interessata rimane secca. Invece, se mi siedo.. dopo quasi un’oretta, a volte, al tatto sento del leggero bagnato che sembra sudore che appunto dopo averlo toccato poi sparisce. Ma é leggerissimo, la parte interessata è appunto l’orifizio e la zona che porta verso l’osso sacro. Potrebbe trattarsi di semplice sudore? Lo riscontro solo nelle situazioni che le ho descritto, poi nel resto no, ad esempio in piedi o seduto al water non riscontro nulla.
Ora sto lavorando al pc e mi sono messo solo in intimo.. quindi credo che ci sia più traspirazione e noto che questo fenomeno del bagnato per ora non si sta ripresentando.

[#3] dopo  
Utente
Edit: ho notato che stando in biancheria intima non mi si presenta il problema stando seduto. Sudore?

[#4]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non è da escludere!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com