Utente
Salve a tutti,
ho 34 anni e da diversi mesi (in seguito ad una forte crisi emorroidaria, risolta infilandole letteralmente dentro con le dita) ho avuto prima una perdita di una sostanza mucosa mischiata a feci (pochissime quantità, da macchiare i boxer) e ora,in seguito ad una cura di Asacol400, solo di feci (sempre piccole quantità, ma fastidiose igienicamente). Il Proctologo mi ha consigliato di fare una Manometria anale. Tutto questo può essere stato causato da me quando ho infilato dentro le emorroidi con le dita o può essere stato causato da altro (se la risposta è SI, da cosa??)??? Ci sono cure anche farmacologiche a questo tipo di problema??
Grazie per il vostro operato gratuito a nostra disposizione, ve ne siamo tutti grati.

[#1]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
gentile signore,

credo che sia inutile per lei sapere quali possano essere tutte le possibili case di un deficit dello sfintere anale. bisognerà accertare innanzitutto se esiste tale condizione. il fatto che il proctologo le abbia richiesto di eseguire la manometria anorettale, esame assolutamente tollerabile, solo psicologicamente un pò fastidioso, vuol dire che il collega vuole vederci chiaro prima di dire o proporle percorsi ulteriori diagnostici o se esaustivo il primo esame proporle percorsi terapeutici. mi sembra strano che una incontnenza fecale possa presentarsi in una persona così giovane e a parte il problema emorroidario, per questo ritengo che il sistema che utilizziamo sia estremamente limitato, sembrerebbe sano (non riferisce altre patologie). credo peraltro che un controllo visivo rettosigmoidoscopia potrebbe aggiungere qualcosa.
deve considerare inoltre che di per se il problema emorroidario se di cospicue dimensioni (sembrerebbe un prolasso mucoso) potrebbe dare disturbi che potrebbero simulare l'incontinenza.

mi tenga informato

cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale