Utente 288XXX
Buongiorno,

Mio figlio, un anno e 5 mesi, soffre di dermatite atopica da quando ha 6 mesi. Principalmente sul cuoio capelluto e sul tronco.
Usiamo creme idratanti e olio, bagni giornalieri veloci, vestiti di cotone e leggeri, in modo che non sudi troppo. Siamo stati al mare un mese per fargli prendere il sole.
Abbiamo fatto i test per le allergie e è risultato allergico alle proteine del latte principalmente, un poco anche al grano e pochissimo alla banana. Eliminati latte e derivati dalla dieta (da giugno) non ci sono stati miglioramenti.
Negli ultimi 30 gg abbiamo dovuto fare 4 cicli di Bentelan 0. 5 (2 al giorno) per 3 giorni con pause di 5 gg. Lui pesa 10. 8kg per 85 cm di altezza.
Ho trovato online un sito di vestiario che promette la riduzione di utilizzo di cortisone del 60%. Visti i prezzi, volevo un consiglio sull'efficacia di tali vestiti.
Loro scrivono:
"Linea di Abbigliamento Terapeutico in pura fibroina di seta microbiologicamente protetta. Ideata per chi soffre di disturbi o patologie della pelle (es. prurito, bruciore, pelle secca e arrossata, sensibile ed iperreattiva; Dermatite Atopica, Dermatite da Contatto, Micosi, etc.) .  Validata da studi clinici pubblicati.
La sua efficacia deriva dall'utilizzo della pura fibroina di seta (la parte più nobile della seta, dotata di una struttura proteica molto affine alla nostra barriera cutanea) in combinazione con una protezione antimicrobica permanente che aiuta a controllare e prevenire le infezioni batteriche e micotiche della pelle, nel totale rispetto della flora residente."

Per capirci, un body costa 70 euro, quindi da qui la domanda. Vale la pena provarci?

Non ho reticenza a dare medicine quando servono, il cortisone glielo faccio prendere, ma se continua così lo prende praticamente tutti i giorni. Ho paura che si creino altri tipi di danno.

C'è qualcosa che posso provare che dia qualche possibilità di miglioramento?
Dopo il cortisone migliora per 2/3 giorni, poi nel giro di 24h si riempie di dermatite, con tutte le conseguenze, prurito, graffi, insonnia, a volte anche inappetenza.
Diamo anche antistaminico quando il prurito non lo fa dormire, ma non ha efficacia piena. Migliora, ma si gratta ugualmente.

Consigliate visita anche da dietologo? Lui ora assume integratori di calcio per compensare eliminazione latte. Da giugno ha messo solo 130gr, ma si è alzato di 2. 5cm e ha iniziato a correre ovunque.

Grazie mille

[#1]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentilissima

mi occupo da 20 anni di dermatite atopica e non ho mai prescritto indumenti specifici oltre al cotone bianco puro sulla pelle.
Le accortezze da prendere sono ben altre.
per info sulla dermatite atopica

https://latuapelle.it/?s=dermatite+atopica


saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Dir. Centro Latuapelle Roma
Venereologo, Dermoncologo, Dermochirurgo, Tricologo
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 288XXX

Grazie dott. Laino,

Temevo fosse solo una cosa inutile. Pazienza.

Per quanto riguarda la dieta, consiglia un dietologo?
L'allergologo ha detto che c'è allergia minima al grano, ma che non potevamo eliminare anche quello, avendo già tolto il latte, a cui è più allergico.
Anche l'assunzione di grano, se allergici, può dare dermatite? Avevo letto della correlazione, a volte, tra allergia al latte e la dermatite, ma non del grano.

Chiedo perché davvero è da inizio agosto che il bambino è pieno di dermatite, passa più tempo a grattarsi che a giocare...

Grazie per la sua attenzione

[#3]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Il dermatologo può effettuare tutto ciò che serve per una corretta diagnosi: ivi compresi i test allergometrici agli inalanti, agli alimenti e quelli epicutanei.

Esiste una cross reazione fra allergia alle graminacee (respiratorie) e grano (farina e derivati) pur in assenza di celiachia o allergia franca ai farinacei; ma tutto questo deve essere validato.

Riferitevi quindi solo al dermatologo per tutto

saluti!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Dir. Centro Latuapelle Roma
Venereologo, Dermoncologo, Dermochirurgo, Tricologo
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 288XXX

Buongiorno dottore e grazie ancora.

Mio figlio ha già fatto gli esami del sangue per le allergie e i controlli per la celiachia, che non risulta avere.

Allergia
Beta latto globulina 13.30
Caseina 0.53
Grano 1.14
Banana 0.97
Forfora cane 0.11
Dermatophaigoides farinae 0.15
Dermatophaigoides pteronyssinus 0.15

Dove concentrazioni maggiori di 0.1 indicano presenza di sensibilizzazione.

Abbiamo eliminato latte e banana, ma il grano ci han detto di andare avanti a darlo.

Lei ritiene plausibile che sia il grano a dargli i problemi di dermatite? L'alleegologo ci ha fatto capire di non preoccuparci di quel valore, volevo capire se invece può essere lui a creare tutti questi disagi.

Siamo in cura da allergologo che però ci vedrà tra 8 giorni, mentre il dermatologo consultato a suo tempo ci aveva detto che la dermatite era "solo" dermatite e bisognava tenerla sotto controllo fino alla pubertà, poi sarebbe passata, quindi niente esami e simili

Grazie, è stato gentilissimo!

[#5]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dico di seguire i consigli del dermatologo: la dermatite atopica deve essere trattata come dermatite atopica e non come allergia alimentare, ancor di più se questa allergia alimentare non esiste!

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Dir. Centro Latuapelle Roma
Venereologo, Dermoncologo, Dermochirurgo, Tricologo
www.latuapelle.it