Utente 554XXX
Gentili dottori,
Qualche anno fa stavo insieme a un ragazzo con cui ho avuto numerosi rapporti orali non protetti, sia attivi che passivi (solo in due casi con eiaculazione nel cavo orale) per circa un anno e mezzo.
Entrambi non avevamo mai avuto rapporti sessuali di alcun genere prima di allora e nel periodo in cui è durata la nostra relazione non abbiamo mai avuto rapporti vaginali o anali.
Inoltre lui non aveva tatuaggi (so che l'utilizzo di aghi "dubbi" può causare un rischio).

Qualche mese dopo la nostra rottura ho effettuato una visita ginecologica perché ero arrossata nella parte delle grandi labbra, avevo prurito e un po' di bruciore alla minzione, ma non ho menzionato i rapporti orali non protetti perché nella mia ignoranza pensavo non fossero a rischio con un partner stabile e senza esperienze precedenti.
Il ginecologo mi ha fatto un tampone "base" che non ha evidenziato alcun problema. Non so se fosse comunque possibile un tampone alla cervice, essendo io vergine e con imene intatto.
Sono passati 4 anni e non ho più avuto rapporti sessuali; non ho avuto nemmeno particolari problemi, ogni tanto mi è capitato un po' di prurito e un po' di gonfiore a seguito di una masturbazione con orgasmo. L'unica cosa degna di nota può essere che il getto di urina non è "dritto" ma leggermente deviato da un lato.

C'è qualche possibilità di aver contratto delle malattie sessualmente trasmissibili? Per sicurezza è meglio effettuare dei test? Posso andare in ospedale senza la prescrizione del mio medico di base?

Vi ringrazio per la disponibilità. Sono davvero molto preoccupata visto che sono passati tanti anni e sono una persona molto ansiosa, per cui adesso che ho mal di gola mi viene l'ansia... mi sono guardata con una luce la gola e ho notato due "macchie" rosse di 1 cm più o meno sulla parete dietro l'ugola (suppongo la faringe), come afte ma rosse. Aggiungo che sono stata operata di tonsille da piccola. Ho mal di gola da una settimana e l'anno scorso ho avuto una faringite che mi ha lasciato atona, ma adesso interpreto ogni cosa negativamente...

Confido in una vostra risposta. Grazie mille.

[#1]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentilissima
A prescindere dall'impossibilità di inquadramento via internet, questa ansia si placa in un solo modo: con la visita dallo specialista Venereologo (Malattie sessualmente trasmissibili)

per info generali su questa valutazione specialistica

www.venereologo.it

cari saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Dir. Centro Latuapelle Roma
Venereologo, Dermoncologo, Dermochirurgo, Tricologo
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 554XXX

Gentile dottore,
La ringrazio per la risposta velocissima.

Mi pare di capire dunque che esiste un rischio?

Essendo malattie a trasmissione sessuale speravo di non aver contratto nulla visto che entrambi non avevamo mai avuto rapporti prima che avrebbero potuto infettare uno dei due...

[#3] dopo  
Utente 554XXX

Gentile dottor Laino,
Pensavo di recarmi domani nel centro MST della mia città. Ho letto che il tampone vaginale deve essere effettuato alcuni giorni prima dell’arrivo delle mestruazioni: sono sufficienti 2/3 giorni?
Vorrei effettuare gli esami il prima possibile per placare l’ansia e non vorrei aspettare più di una settimana.
La ringrazio.

[#4]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ovviamente se i partner sono sani, nulla di patologico può essere trasmesso, eccetto micosi o batteriosi che possono anche per vari motivi autogenerarsi in uno dei due.

saluti!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Dir. Centro Latuapelle Roma
Venereologo, Dermoncologo, Dermochirurgo, Tricologo
www.latuapelle.it