Attivo dal 2019 al 2019
Buongiorno, ho 40 anni, premetto di soffrire di ansia.
Circa 2 mesi fa mi è comparso un bruciore al glande e al meato accompagnati da rossore, ho una partner fissa e alla comparsa dei sintomi non avevamo avuto rapporti da una settimana.
Gli esami delle urine e del sangue risultano tutti nei parametri; Psa, Glicemia, Ematologici, P.
c reattiva, etc.
Prima visita.
Medico Curante.
Diagnosi: Candidosi.
Terapia: Difulcan 2 compresse per 2 giorni e lavaggi con Clogin.
Dopo 3 settimane i sintomi sembrano scomparsi ma immediatamente dopo il primo rapporto sessuale ricompaiono.
Seconda visita.
Dermatologo Venereologo.
Diagnosi: LichenSclerosus.
Terapia: Travocort 1 volta al giorno per 2 settimane e poi Banalil gel per 2 mesi + integratore per difese immunitarie.
Mi dice che si tratta di una forma lieve che probabilmente ho sempre avuto ed è restata asintomatica per 20 anni (ricordo solo qualche balanite in adolescenza) e che è stata probabilmente la causa di una leggera fimosi che credevo congenita e che non mi ha mai creato problemi (mi ha visto tempo fa un urologo escludendo la necessità di circoncisione).
Leggendo su internet molti articoli riguardo al LichenSclerosus mi sono preoccupato, decido di sentire un secondo parere.

Terza Visita.
Dermatologo Venereologo.
Diagnosi: Balanite irritativa da stress.
Terapia: Robilas 1 volta al giorno Epilen crema 2 volte al giorno + integratore per l’ansia x 20 giorni.
Mi dice che è stata una reazione dovuta al mio stato ansioso e esclude categoricamente il LichenSclerosus.
Attualmente dopo 2 settimane di travocort i sintomi sembrano regredire anche se non del tutto scomparsi.
Gli unici sintomi che ho sono bruciore e rossore, non ho prurito, non ho problemi ad urinare, non ho problemi a scoprire il glande e non ho macchie strane.
Vi riassumo i segni: Il prepuzio a riposo è del tutto normale, ho due linee bianche al di sotto del frenulo a formare una V capovolta, quando distendo il prepuzio per scoprire il glande noto delle macchie bianche a forma di rete che seguono le rugosità del prepuzio al riposo, l’anello fimotico è chiaro anche se non segue una circonferenza netta ma solo a tratti.
Il glande nella parte anteriore appena sopra la corona presenta questo alone rosso a semisfera, ho notato in erezione dei piccoli taglietti nella zona lineari ma molto superficiali, non ho sangue.
Il resto del glande sembra normale, il meato urinario presenta un rossore intorno che parte dal frenulo con la pelle leggermente abrasa, rcorda gli eritemi da pannolino. Tutti segni che a mia memoria ho sempre avuto, tranne ovviamente eritema e rossore
Le mie domande sono le seguenti e ringrazio fin da ora chi vorrà rispondere:
1. Esistono forme lievi di LichenSclerosus?
2. La terapia che ho seguito per il LichenSclerosus è adeguata alla patologia?
3. Dovrei consultare un terzo dermatologo?
4. Sto perdendo tempo nel caso in cui fosse LichenScleros in fase iniziale?
5. I segni che ho descritto sono tipici del LichenSclerosus?

[#1]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente

il Lichen sclerosus, di grado lieve viene comunque diangosticato senza problemi grazie alla valutazione clinica e alla peniscopia digitale ( www.peniscopia.it )

Quindi se ha ancora dubbi in merito alla diagnosi si determini con lo specialista Venereologo di riferimento.

carissimi saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Direttore Centro Latuapelle Roma
www.latuapelle.it
Segreteria 06.45550661

[#2] dopo  
Attivo dal 2019 al 2019
Grazie mille per la risposta. La peniscopia non mi è mai stata fatta. Nel frattempo ho visto un terzo dermatologo. Diagnosi Balanite traumatica. Cura: crema vitamina e. I sintomi persistono, appena finito il travocort sono tornati come prima soprattutto al meato. Non so più che fare.

[#3]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se è traumatica deve passare anche senza terapia, se i dubbi persistono, si ridetermini con lo Specialista a Lei confacente. L'unica strada per stare sicuri è quella. Da qui non posso fare altro!

saluti!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Direttore Centro Latuapelle Roma
www.latuapelle.it
Segreteria 06.45550661