Attivo dal 2017 al 2017
Buonasera,

sono un ragazzo di 26 anni, non ho mai fatto uso di cannabis nemmeno da ragazzino, ma recentemente sono andato ad Amsterdam (5 giorni) con amici per la prima volta e dato che loro erano interessati alla presenza di coffe shop mi è capitato di starci all'interno per svariate ore durante questi giorni e col conseguente effetto del fumo passivo che mi sono "assorbito".
Inoltre essendo parte del gruppo sotto molte pressioni e per non fare il solito "guasta feste" mi è capitato di fare qualche tiro ma proprio perché non interessato non ho buttato giù il fumo e l'ho solo tenuto in bocca (purtroppo so che c'è anche l'assorbimento tramite mucosa orale del principio attivo, ma penso sia comunque minore che tramite polmoni).
Devo dire che non so se si trattasse di suggestione o meno ma mi pareva dopo molto tempo che stavo nei coffee di avvertire un po' di giramento di testa e la risata più facile.

Ho deciso quindi il giorno dopo che sono tornato di fare un test antidroga (THC) con cut-off di 50 ng/ml che è risultato negativo.
Probabilmente avevo quindi una concentrazione nelle urine sotto questa soglia di cut-off e quindi il results: negativo.


Deto ciò so che sono sotto i 50 ng/ml ma.... 50 ng/ml sono tanti o pochi?
Venendo alla domanda vera e propria: Prendiamo ad esempio una concentrazione di THC di 50 nl/ml nelle urine, questo vuol dire che l'individuo avrà nel corpo una certa quantità di THC, ma come quantità di principio attivo è alta o bassa per il fisico se uno ha una tale concentrazione nelle urine?

Grazie mille Dottore per l'aiuto.

[#1]  
Dr. Tommaso Vannucchi

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
per endere più semplice la risposta consideriamo che valori oltre i cut off inducono a ritenere un uso di sostanza, valori inferiori,invece, implicano un "non uso"; questo non toglie che la presenza in un luogo come lei ha frequentato possa avere effetti correlati ad un fumo passivo (ovviamente assai minori di quelli relativi all'uso di sostanza) benchè le urine le possa avere sotto i valori soglia
Tommaso Vannucchi

[#2] dopo  
Attivo dal 2017 al 2017
Grazie Dottore per la risposta.

Mi accorgo, e mi scusi per questo, di essermi spiegato male, ci riprovo a scrivere meglio :)
Le volevo chiedere: una concentrazione di THC di 50 nl/ml nelle urine corrisponde a una certa quantità di THC nel corpo (in maniera abbastanza lineare: un tot di sostanza nel corpo genera tot urine), ma come quantità di principio attivo è alta o bassa per il fisico se uno ha una concentrazione nelle urine di 50nl/ml?

Non essendo esperto non saprei.
La ringrazio.

[#3]  
Dr. Tommaso Vannucchi

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
diciamo che alla concentrazione di 50 ng/ml si notano gli effetti psicoattivi della sostanza; per quanto riguarda la tossicità acuta della sostanza , nel senso di manifestare effetti tossici all'organismo lo escluderei
Tommaso Vannucchi

[#4] dopo  
Attivo dal 2017 al 2017
Gentile Dottore, grazie per la sua mail di risposta. Mi scriveva:
"diciamo che alla concentrazione di 50 ng/ml si notano gli effetti psicoattivi della sostanza"
Nelle urine stiamo parlando?

Grazie per il suo aiuto e spiegazioni valide. Le volevo poi perre un'ultima domanda nel prossimo post prima di salutarla. Prima volevo chiarire quanto sopra perché non vorrei che ci sia stato fraintendimento, parlavo di urine.


Mille grazie

[#5]  
Dr. Tommaso Vannucchi

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gli effetti diretti della droga sul cervello vengono riportati mediante le concentrazioni ematiche della sostanza che sono direttamente proporzionali alla quantità di sostanza che agisce sul cervello con i conseguenti effetti comportamentali diverso è il caso della quantità rilevata nelle urine le cui concentrazioni possono essere come una diminuizione di dosaggi precedentemente più elevati, comunque per convezione (esempio valutazione tossicologica alla guida) dosaggi superiori a 50 vengono considerati psicoattivi anche perchè tenga presente che gli effetti comportamentali, cognitivi ,etc si protraggono anchese imn modo diverso, dopo lo "sballo", in quanto il THC ha un'emivita lunga
Tommaso Vannucchi

[#6] dopo  
Attivo dal 2017 al 2017
GraIe Dottore, quindi se in sostanza il dosaggio nelle urine è sopra 50 vi sono riportati effetti psicoattivi, ho ben compreso?

[#7]  
Dr. Tommaso Vannucchi

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
esatto
Tommaso Vannucchi

[#8] dopo  
Attivo dal 2017 al 2017
Gentile Dottore grazie ancora per aver chiarito i miei dubbi.
Volevo solo porle due ultime domande:

Ogni sera in quella settimana mi è capitato di entrare per tre quarti d'ora circa in quei coffee-shop, dove essendoci mediamente una ventina di persone che fumavano marijuana e poco ricircolo d'aria e posto piccolo penso di aver inalato modeste quantità di passivo (c'era una bella cappa di fumo).
1) La prima domanda è quindi: in queste situazioni di passivo quanto principio attivo si inala ed entra in circolo effettivamente, e quanto avrà effetto sui neuroni in tale quantità?

Dopo aver ricevuto molte insisenze dai miei amici in quei giorni per non essere il solito che dice di no ho fatto dei tiri molte volte da queste sigarette contenenti solo marijuana ma non ho "buttato giù" nei polmoni solo tenuta in bocca e fatta uscire nel caso dal naso [[Parentesi: L'assorbimento della cannabis può avvenire non solo per inalazione, ma anche tramite la mucosa orale e so che gli effetti possono non essere avvertiti così in fretta come nel caso di inalazione]].
2) In questo caso mi chiedo quanto principio attivo potrei aver assunto tramite le pareti orali? Quanto può aver avuto effetto sui neuroni/cervello/sistema nervoso?

Ho numerato le domande per rendere più comodala lettura e la risposta per punti così da non "sottrarle" troppo tempo :)
Grazie e le auguro una buona serata Dottore.

[#9]  
Dr. Tommaso Vannucchi

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
nel suo caso specifico non vedo particolari problemi, considerando che le concentrazioni milto probabilmente sarebbero state molto basse tali da non indurre particolari effettoi sull'organismo
Tommaso Vannucchi

[#10] dopo  
Attivo dal 2017 al 2017
Grazie Dottore, un' ultimo chiarimento su quanto le dicevo sopra: ma attraverso pareti e mucos orale vi è assunzione di sostanza? Mi chiedevo questo, comunque immagino sia minima, meno che da polmoni, giusto?

La saluco cordialmente.
Leauguro buon lavoro e grazie per tutto.

[#11] dopo  
Attivo dal 2017 al 2017
Gentile dottore mi sarebbe piaciuto poter chiudere con questa domanda..

Grazie Dottore, un' ultimo chiarimento su quanto le dicevo sopra: ma attraverso pareti e mucos orale vi è assunzione di sostanza? Mi chiedevo questo, comunque immagino sia minima, meno che da polmoni, giusto?

La saluco cordialmente.
Leauguro buon lavoro e grazie per tutto.

[#12]  
Dr. Tommaso Vannucchi

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
lil passaggio attraverso la mucosa orale è minimo
Tommaso Vannucchi