Utente
Buongiorno per 3 settimane ho assunto un neurolettico che mi ha dato tremori, rigidità, febbre e quasi impossibilità ad urinare e forti crampi al collo.
Mi è stato fatto sospendere e mi chiedo se questi brutti effetti sono reversibili o se un po' di tremore soprattutto alle dita delle mani mi resterà.

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

gli effetti extrapiramidali dei neurolettici sono quasi sempre reversibili dopo la sospensione del farmaco. I tempi di remissione però sono variabili e non sempre brevi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore grazie della disponibilità
Da abbinare a sereupin e deniban per dormire meglio e recuperare l'appetito che mi manca molto lei ritiene migliore il trittico o o la mirtazapina (che mi sembra impatti però di più di QT del cuore)

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi dispiace ma è vietato consigliare farmaci a distanza in un soggetto che non si conosce, equivale a prescrivere una terapia e questo non è consentito, chieda allo specialista che La segue.
Le ricordo però che il deniban può mantenere i sintomi extrapiramidali o ritardare la loro remissione, motivo per cui ha già sospeso il neurolettico.
È un’ipotesi da prendere in considerazione, ne parli sempre con lo specialista.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Ok ne parlo allo psichiatra allora. Gentilissimo può chiarirmi questi dubbi? Li metto a carattere informativo generale così non ci sono più problemi (rispettano le linee guida e lo spirito di medicitalia). Glieli metto puntati ma sono velocissimi e semplicissimi da rispondere.

1) Scusi per chiarezza. Quando parla di extrapiramidali intende il tremore delle dita delle mani?

2) Sul QT del cuore è più impattante il trittico o il remeron?

3) Stimola di più l'appetito trittico o remeron?

4) È possibile farsi prescrivere farmaci per l'ADHD anche da adulti? Farmaci tipo Ritalin ecc che so che si danno ai bambini. Anche adesso che scrivo al computer fatico a mantenere la concentrazione e mi verrebbe voglia di camminare per la casa

Grazie della disponibilità che dimostra a me e dell'umanità che so ha dimostrato in altri consulti

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Tra gli effetti extrapiramidali oltre il tremore (se extrapiramidale, perché ne esistono di diversi tipi) vengono compresi soprattutto il rallentamento motorio e la rigidità.

2. Tutti gli antidepressivi possono teoricamente causare un allungamento del QT. Tale effetto però, oltre ad essere dose-dipendente, è strettamente individuale e non si può generalizzare.

3. Strettamente individuale. A tal proposito consideri che a volte lo stesso farmaco causa effetti collaterali opposti in due soggetti diversi, per es. in alcuni calo ponderale, in altri aumento, in alcuni insonnia, in altri sonnolenza, ecc.

4. La possibilità teorica ovviamente c’è, è lo specialista che La segue a prendere le decisioni terapeutiche, in ogni senso.
Assolutamente sconsigliata l'automedicazione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Lei è il top grazie
E invece per curiosità se uno impone le mani tendendo le braccia in avanti e coi palmi verso il pavimento che ti po di tremori sono quelli delle dita?

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il tipo di tremore che descrive si definisce "posturale" e spesso è in correlazione con stress, ansia, abuso di caffeina, stanchezza, ecc.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Gentile dottore ho una domanda ulteriore: ho assunto Abilify (aripiprazolo) per tre settimane. Per gli effetti collaterali già menzionarti è stato sospeso dalla prima psichiatra del CPS e giudicato non necessario al mio caso dallo psichiatra privato da cui ora mi reco. Volevo chiedere se gli effetti tipo restringimento della coscienza ed in generale del cervello sono o no reversibili

Cordiali saluti

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se capisco bene cosa intende questi sono effetti reversibili a meno che non siano preesistenti all’assunzione del farmaco o siano emersi dopo la sua sospensione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Preciso, disponibile gentile. Sempre.

Spero dottore di avere capito io cosa intende e credo di si. Le andrebbe solo per informazione di spendere due parole sul restringimento del cervello o comunque sugli effetti negativi a carico di questo dati dai neurolettici?

Cordiali saluti e grazie!!!!!!

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dei disturbi cognitivi in senso generale è possibile che vengano causati dai neurolettici ma, come Le dicevo precedentemente, sono effetti reversibili alla sospensione del farmaco a meno che non si verifichino le due condizioni scritte nell'ultima risposta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Grazie come sempre.

Mi toglie solo un'ultima curiosità? Cosa succede se una persona sana inizia a prendere un antipsicotico tipo l'aloperidolo e lo continua per un po'?
Quali sono gli esami neuroradiologici (o di altro tipo) che si fanno per vedere se si ha un danno da neurolettico permanete?

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L’assunzione di un neurolettico per un periodo breve non causa nessuna lesione permanente né il farmaco si somministra ad una persona sana, senza motivo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
E gli esami che le citavo quali sono?

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'unico esame diagnostico è la RM encefalica, ma quasi sempre è negativa perché non c'è danno d'organo causato dai neurolettici assunti per breve periodo (alcuni mesi).

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
Concludo le mie informazioni chiedendo: nel lungo termine invece che danni d’organo fanno? Non a livello radiologico ma a livello propriocettivo

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche nel lungo termine una somministrazione di neurolettici per breve periodo non causa danni permanenti.
Spesso però un sintomo che insorge dopo la sua sospensione può essere espressione di quella condizione psichica per cui era stato prescritto il farmaco.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro