Utente
Ch.mi Dottori, ecco il mio quesito.

Paziente di anni 74, diabetico, iperteso, cardiopatico.
Attuale terapia: Omeprazolo 20 mg (Omeprazen), Bisoprololo Fumarato 1, 25 (Sequacor), Acido acetilsalicilico 100 mg (Cardioaspirina), Rosuvastatina 20 mg (Provisacor) + terapia insulinica

A seguito di periodica visita angiologica con relativo Ecocolordoppler, diagnosi è "Arteriopatia distale classe II B", con situazione non peggiorata rispetto all'ultimo controllo.
Dal punto di vista sintomatico, il paziente lamenta "claudicatio" e dolore alle gambe dopo circa 100 metri di camminata.

Oltre a confermare l'utilità dell'esercizio fisico quotidiano (camminate), il Dr.
che ha eseguito la visita ha prescritto l'utilizzo aggiuntivo del farmaco Fripass (cilostazolo); 50 mg per i primi 10 giorni (2 volte al giorno) da aumentare a 100 mg (2 volte al giorno) successivamente.

Domanda: ho notato che nel foglio illustrativo del prefato farmaco è espressamente sconsigliata la dose di 100 mg se si assumono farmaci inibitori del CYP2C19 (come omeprazolo, che fa parte della terapia del paziente); quindi, cosa si fa in questi casi?
Si tratta di una indicazione precauzionale che normalmente si trascura o la prescrizione del medico è stata affrettata?
Il pz deve limitare l'assunzione del farmaco a 50 mg o non prenderlo del tutto?

Inoltre, in generale, si tratta di un farmaco noto e sicuro?
(consapevole del fatto che ogni farmaco ha effetti collaterali e la sua sicurezza va valutata in una bilancia contingente tra costo e beneficio).

N.B.: al medico prescrittore era stata preventivamente indicata la terapia completa seguita dal pz (che includeva omeprazolo)
N.B.2: in questo momento il medico prescrittore non è raggiungibile e gradirei avere, comunque, altri pareri terzi prima di chiedere chiarimenti a lui personalmente.
Sono consapevole che le Vs. risposte saranno (ovviamente) indicative.

Grazie infinite della disponibilità e della professionalità; resto in attesa di una Vs.
risposta e porgo cordiali saluti.

Emilio

[#1]  
Dr. Tommaso Vannucchi

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
La somministrazione di cilostazolo con omeprazolo (un inibitore del CYP2C19) ha aumentato le concentrazioni d cilostazolo e dei suoi principali metaboliti con un incremento della complessiva attività farmacologica di 47% con la co-somministrazione con omeprazolo. Sulla base di tali dati, la dose raccomandata di cilostazolo è 50mg due volte al giorno in presenza di omeprazolo.
Tommaso Vannucchi