Utente
Salve, la mia discussione nasce qui:
https://www.medicitalia.it/consulti/otorinolaringoiatria/84668-globo-ipofaringeo-o-altro.html
visto che il problema e' stato appurato che non e' piu' attinente all'otorinolarigoiatria volevo chiedere un consiglio anche qui,perche' attualmente sto seguendo una terapia per sospetta malattia da reflusso;
ho fatto nell'ordine:
-esami del sangue:risultati nella norma se non per Ves alta e PCR alta;rifatti dopo circa 2 mesi sono risultati nella norma la Ves e pcr ancora alta a 1.2 mg/dl
-laringoscopia a fibre ottiche e otorinolaringoiatra: tutto ok;solo una lieve infiammazione alle aritenoidi riscontrata con le fibre ottiche
-tampone faringeo:ok
-gastroscopia:esofago canalizzato,peristalsi valida.Mucosa indenne da lesioni.Non varici.Cardias continente.
Stomaco normoconformato,peristalsi valida,mucosa iperemica in antro.
Piloro pervio,bulbo e D2 nei limiti.
-test delle feci per elicobattero:negativo
il fastidio e' il seguente da circa 6 mesi ormai:
alla mattina dopo alzato inizia a livello del cavo orale un fastidio nella parte destra che mi causa a volte tosse e il classico schiarimento della voce per cercare di liberare la parte(a volte sale un po' di materiale "mucoso" trasparente,simile alla saliva come colore ma molto piu' denso,e si forma sempre e solo dalla parte destra)
la parte vista dal palato e' visibilmente arrossata e io ho la sensazione come di avere in gola dei capelli o dei piccoli corpi estranei;
visto che a livello otorinolaringoiatra e' tutto ok,sono stato curato per la sospetta malattia da reflusso,dapprima con del pantorc 20 mg (3 scatole) abbinato allo sciroppo antireflusso "noremifa",poi con del nexium 20 mg (altre 2 scatole) senza aver avuto risultati apprezzabili;

sto comunque seguendo una dieta controllata evitando gli alimenti piuttosto acidi e continuando la terapia per il reflusso,ma volevo chiedere:
e' possibile che l'arrossamento sia dovuto ad una particolare allergia e/o intolleranza alimentare o combinato ad un problema di reflusso?

so che la malattia da reflusso si puo' manifestare senza sintomi,ma a parte il grosso fastidio che ho in gola,non ho altri sintomi e stranamente lo stare sdraiato a pancia in su mi aiuta ad alleviare il fastidio (alla mattina appena alzato e' infatti quasi assente);

ho notato anche che se tossisco provocandomi degli spasmi simili a quelli dei conati di vomito e poi respirando profondamente il fastidio si attenua;
i dolori al petto ci sono,ma in forma molto molto leggera e solo a carico del polmone destro(sopratutto quando faccio questi respiri sento una lieve "pressione" proprio da quella parte);
dopo l'attivita' fisica ,come una partita di calcetto,sto anche abbastanza bene per un'oretta per poi tornare daccapo con questi sintomi...
e' veramente reflusso?
come e' possibile che si manifesti solamente dalla parte destra della gola?
Sono un ragazzo di 29 anni,non fumatore e astemio.
Grazie mille per ogni aiuto

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Anche leggendo la sua precedente richiesta, mi chiedo in base a cosa ritenga che il problema non sia di competenza otorinolaringoiatrica.Quel che è certo è che in assenza di una phmetria patologica, non si pond diagnosi di malattia di reflusso, a maggior ragione in assenza di rispsota ad una terapia come quella che ha seguito.Credo quindi indicata una rivalutazione otorinolaringoiatrica.Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per il consiglio,ma come le dicevo,dai tre controlli e' risultato tutto apposto sotto quel punto di vista (anche se nessuno dei tre dottori che mi ha visto ha ipotizzato diagnosi diverse dalla malattia da reflusso per l'arrossamento in gola);
provero' tuttavia a terminare anche questo ciclo di cure e sopratutto la dieta povera di cibi acidi e se ancora non avro' avuto dei miglioramenti apprezzabili sicuramente mi rivolgero' ad un otorinolaringoiatra per definire di nuovo meglio questa patologia;

ma il tampone faringeo che ho fatto e' in grado di riconoscere tutte le malattie che possono affliggere il cavo orale o c'e' qualcosa di piu' completo?
Grazie di nuovo

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Per quella che puo' essere la mia competenza, il tampone identifica solo determinate patologie infettive, tuttavia credo corretto porre il quesito come le dicevo ad un otorinolaringoiatra.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it