Utente
Buon giorno,
circa un mese fa una colonscopia e una gastroscopia hanno individuato una estesa divertiolosi con segni di diverticolite. In questo contesto i medici hanno interpretato il rialto della PCR a 79 mg/l. Mi hanno prescritto una terpia antibiotica oltre ad una protezione gastrica per la scoperta di un'ernia iatale con una piccola erosione della mucosa.
A distanza di un mese sia l'emoglobina sia la ferritina sono saliti a valori normali, grazie a due sacche (concentrati) di sangue e un'infusione, 1g, di ferro. La PCR è invece salita a 84.
Attendo con con molta preoccupazione la decisione dei medici. Altre indagini? immagino a questo punto una tac. O ciò, l'aumento della PCR, puo essere determinato da uno stato cronico della diverticolite?
Ho 76 anni. Non ho mai sofferto di nulla in particolare, se non, da un paio di anni, di una leggera-media anemia, spiegata però a posteriori dai diverticoli e dall'ernia. Ho perso 3/4 chili in questi 6 mesi. Ma non l'appetito. Non ho altri sintomi, insomma.
Vorrei per favore sapere la vostra opinione, il vostro parere. Grazie mille

[#1]  
Dr. Ettore Vallarino

28% attività
8% attualità
12% socialità
BUSALLA (GE)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
Ho letto la Sua storia clinica e forse non Le dirò nulla di nuovo a cui i Suoi medici non abbiano già pensato. Di fronte ad un CEA elevato e accertamenti endoscopici (gastroscopia e colonscopia) non dirimenti personalmente suggerirei una visita ginecologica corredata da esame senologico (eventualmente anche mammografia bilaterale) ed una TAC toraco-addominale, meglio ancora se corredato da clisma TAC del tenue, in considerazione dell'anemia e della carenza di ferro che possono essere attribuite ai diverticoli (giustamente peraltro) ma solo in via presuntiva, a meno che un esame endoscopico non abbia dimostrato il sanguinamento attivo. Immagino avrà eseguito questi esami e La prego di considerare che queste sono solo divagazioni teoriche che non possono certo sostituirsi alla visita e al parere dei Suoi medici. Cordiali saluti
https://www.medicitalia.it/ettorevallarino

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottor Vallarino per la pronta risposta.
Dal rapporto ospedaliero leggo che gli esami endoscopici hanno permesso di individuare "quali probabili fonti di stillicidio, l'estesa diverticolosi del colon, con segni di diverticolite, e un'ernia iatale con piccola erosione della mucosa".
Inoltre, alcuni mesi fa, in due occasioni alquanto ravvicinate, l'esame delle feci ha individuato tracce di sangue (1 su 3). Gli esami delle feci non sono stati più fatti perchè ho iniziato, sino a un mese fa appunto, ad assumere quotidianamete una pastiglietta di ferro.
Ho atteso sino a che ho pututo a sottopormi alla colonscopia e alla gastroscopia; un mese fa mi sono decisa, data la mia persistente debolezza e stanchezza, a seguire il consiglio del mio medico.

L'esame senologico mi è stato fatto l'altro giorno. Nulla. Inoltre, in occasione della gastroscopia, sono stata sottoposta a biopisie duodenali. Risultato: nessun male assorbimento.

Mi perdoni se domando nuovamente, vorrei capire:
L'aumento della PCR (da 79 a 84 in quest'ultimo mese) può essere causato dalla diverticolite, sebbene un mese fa abbia assunto, una volta scoperta grazie alla colonscopia, degli antibiotici?

La ringrazio per il suo parere e il suo tempo. Certamente seguirò i consigli del mio medico e dell'ospedale, ma sono interessata anche alla vostra opinione.
Grazie ancora