Utente 146XXX
buongiorno,inanzitutto vi ringrazio per la vostra cortesia.poi passerò ad espporre il mio problema.da circa un anno soffro di un che sembra impossibile da diagnosticare,ho passato settimane in ospedale ed un enormità di visite,tutto nella norma nessuna nomalia.il suddetto problema e rappresentato dal ingrossamento dei linfondi sottoclaveari fino a 25mm ed un senso di nausea persistente con conseguente otalgia,i vari medici che mi hanno visitato mi hanno diagnosticato una forma similmononucleotica.uno di essi in particolare mi consigliò di provare con un antibitico per un eventuale infezione,mi sembrava strano ma lo feci,cefiroxal compresse.al inizio era per cinque giorni.iniziai a vedere dei piccoli miglioramenti sotto consiglio del medico continuai a prendere il cefiroxal per altri dieci giorni assieme a dei probiotici.la nausea sparì i linfonodi si sono parecchio ridotti e l'otalgia va e viene in maniera molto lieve,però il problema ora e un altro al 15 giorno del antibitico era il 2 gennaio,si presentò una diarrea persistente,la curai con del enterogermina ed in una settiamana sparì,però ero rimasto che ogni volta che andavo al bagno emettevo un po di muco,sotto consiglio del medico iniziai a prendere un integratore di fermenti lattici,endofit norm,quest integratore ha avuto l'effetto di una bomba al terzo giorno avevo crampi fortissimi alitosi e diarrea,ho smesso subito con l'integratore però la diarrea e rimasta,ho fatto prima una cura con l'enterogermina senza nessun risultato,poi ho provato col normix ed la diarrea si e fermata,però continuavo a fare del muco
ed avere movimenti intestinali,completai la cura col normix e sembrava passato tutto,però continuavo a tenermi a dieta in bianco,al terzo giorno che non assumevo il normix la diarrea e tornata esattamente come prima.adesso sto nuovamente provando a prendere il normix per altri 5 giorni
pero sono terrorizato al momento che dovro smettere.
sono stanco di stare male,e più di un anno che sto male e nessuno mi sa dire nulla.io precedentemente non ho mai avuto nessun problema di salute.
vi prego qualcuno mi dia un consiglio

[#1]  
Dr. Giovanni Ragozzino

28% attività
0% attualità
12% socialità
CAPUA (CE)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

ai fini di una risposta meno "elusiva" possibile, indichi la posologia di rifaximina (Normix) utilizzata. Inoltre, precisi se, tale sintomatologia, è legata alla assunzione di particolare gruppi di alimenti, se ha eseguito un esame chimici-fisico e parassitologico delle feci, un esofagogastroduodenoscopia ed una ecografia dell'addome.

Saluti

[#2] dopo  
Utente 146XXX

la ringrazio anticipatamente.la posologia di rifaximina e di 400 mg alla mattina e 400 mg alla sera.la diarrea e stata scatenata la prima volta dalla assunzione o del antibiotico o dei probiotici,la seconda volta quella piu grave e persistente e stata scatenata da integratori di fermenti lattici contenenti lattulosio,(circa quindici anni fa mi era stata diagnosticata l'intolleranza al lattosio poi crescendo scomparve ed assumevo senza nessun problema anche grosse quantita di latte)adesso sto mangiando quasi esclusivamente riso tonno patate e banane.nel periodo in cui prendo il normix la diarrea regredisce ed con essa anche il muco per ripresentarsi un paio di giorni dopo la cessazione del assunzione del farmaco.da una decina di giorni a questa parte ho grandissima motilità intestinale(soprattutto da sdraiato).per quanto riguarda gli esami li feci prima della comparsa della diarrea,per cercare la causa dei linfonodi ingrossati e della nausea,feci una gastroscopia con responso di ernia iatale,almeno 4 esami ripetuti chimici fisici e parassitologici,salmonella nel sangue,ecografia renale al fegato e milza per due volte,lastra al torace,e tantissimi altri esami,ma non e risultato nulla.

[#3]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2004
Gentile Utente, ritengo che sia prioritario capire la causa dell'ingrossamento dei linfonodi. Ha fatto una TAC toraco-addominale? Per quanto riguarda la diarrea, sono state effettuate coprocolture per Clostridium difficile? Vi possno essere motivi per i quali il suo sistema immunitario potrebbe essere carente? Ha febbre? Come vede vi sono molti punti da chiarire e purtroppo diventa complesso fornirle dei consigli senza aver prima definito questi punti. Rimango comunque a sua disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.
Dott. Roberto Mangiarotti

[#4] dopo  
Utente 146XXX

la ringrazio dottore,per quanto riguarda i linfonodi non ho fatto una tac,però ho fatto numerose ecografie (però puntualizzo che sono ingrossati solo i linfonodi sottoclaveari)dall ecografia risultano ovalizzati e di forma infiammatoria,non ho mai avuto febbre e gli stessi linfonodi non sono dolenti al tatto,ho visto quattro ematologi diversi e nessuno mi ha detto che c'era da preoccuparsi.insieme ad l'ingorssamento dei linfonodi erano comparsi anche dei dolori alla zona parotidea,al inizio variavano moltissimo in relazione a come mettevo la testa,poi erano diventati fissi quasi insopportabili,e poi al assunzione del antibiotico scomparverò lasciando il posto ad un otalgia che va e viene.visite al otorino non hanno diagnosticato nulla
adesso si presenta meno spesso e molto lieve.ma i linfonodi dal ultima ecografia erano sempre di 22 mm fatta a gennaio.per quanto riguarda la coprocultura per colistrum difficile non l'ho ancora fatta,il mio medico pensa che sia un problema di intolleranza perche la diarrea va e viene perche non ho febbre e nessun sanguinamento fecale,lei pensa che comunque sia il caso di farla per escludere una diarrea pseudomembranosa?la rifaximina non avrebbe nessun effetto sul colistrum difficile?per una coprocultura avrei bisogno di prendee un campione in piena scarica vero?la ringrazio per la sua cortesia