Utente 123XXX
Buon giorno,
ho 40 anni e da qualche mese ho una sensazione di malessere generale. Tutto è cominciato nel mese di maggio....in 3 mesi ho avuto 5 attacchi di tachicardia notturna...mi svegliavo di soprassalto con sensazione mi mancanza di respiro sempre intorno alle 2/3 della notte, con tachicardia, arti freddi, ronzii alle orecchie e testa pesante. Avevo scritto anche a voi per un consulto e su Vs. suggerimento ho effettuato ad agosto controlli cardilogici (ecografia, cardiogramma e Holter) e anche prelievi con controllo tiroideo e esami del sangue generici. E' risultato tutto a posto sia a livello cardiaco che di funzionamento tiroideo e anche gli esami del sangue erano tutti nella norma. In quei giorni avevo il battito cardiaco elevato (100/120) e la pressione soprattutto minima più alta (tra 100/110); ora la pressione si è normalizzata così come i battiti. Mi è rimasto però un senso di malessere generale....ronzii alle orecchie (in quello dx sento anche saltuariamente dei tac tac), pesantezza alla testa, sensazione di difficoltà a respirare, dolori articolari e al petto e a volte mi sento i battiti accellerati e addirittura mi sembra di sentire un sussulto al cuore (come un battito strano, aritmico). Il cardiologo escludendo probemi al cuore e toroide mi aveva prospetatto problemi a livello digestivo...dovuti proprio ai sintomi e al risveglio notturno tra le 2/3 in cui in genere avviene la digestione. Effettivamente ultimamente continuo a digerire in continuazione e ho notato presenza di muco nelle feci così come di parti di cibo mal digerite; sento anche spesso il bisogno di andare a scaricarmi e di digerire in continuazione....Ho fatto colonscopia 2 anni fa in seguito a presenza di sangue nelle fece dal quale è risultato tutto a posto a livello intestinale. Vorrei fare degli ulteriori controli ma non so da dove cominciare...Il mio medico di famiglia dice di non preoccuparmi ma io ho paura di avere qualcosa di grave e comunque sento di non stare bene.
Ringrazio per l'attenzione e attendo una vs. risposta.
Buona giornata.
Saluti
SB

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
la sintomatologia intestinale che riferisce è comune anche a condizioni connesse con aspetti ansiosi, in questo caso si correlerebbero con la presenza di sintomatologia toracica in assenza di patologia cardiologica.
Tuttavia, per restringere la diagnosi, completerei - seguendo il suggerimento del cardiologo che l'ha visitata - l'esplorazione con una visita specialistica gastroenterologica.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.