Utente 873XXX
Gentili dottori, vorrei descrivere la mia situazione, che in questi ultimi periodi mi preoccupa non poco:
Nel maggio 2008 sono stata operata di colecisti in laparoscopia. Sembrava che tutto andasse bene, quando- a causa della mia ansia(sono ancora in terapia di xanax) il mio medico mi aggiunge ENCTAT. Subito avverto una reazione al farmaco con un disordine intestinale notevole( feci non formate, dolori, spossatezza e abbattimento): sospeso subito il farmaco,mi ci vogliono un po' di mesi per riequilibrare l'intestino. Allorchè, nel dicembre scorso, a causa di un'ipertensione da scariche di adrenalina, il cardiologo mi prescrive il Lobivon. Mi reco dal mio medico curante, il quale si infuria sostenendo che non sono un'ipertesa e mi prescrive un farmaco- che secondo il suo parere mi avrebbe ridato il buonumore perso a causa della serotonina bassa:conclusione si ripresenta lo stesso fenomeno del precedente farmaco(entrambi i farmaci erano a base di sertralina). Sono due mesi che il mio intestino è nuovamente in disordine. Disperata, mi rivolgo ad un gasroenterolo che mi diagnostica colopatia funzionale e mi prescrive fermenti lattici, Zirfos e in aggiunta un integratore Zacol! Mi fa fare tutti gli esami del caso, compresi i marcatori tumorali con risultati tutti nella norma! Ora io vi chiedo: è normale data la situazione che ancora persistono queste feci non formate e soprattutto molto sottili?A Volte accompagnate da spasmi che passano quando è avvenuta la defecazione? Premetto ho 57 anni. Cosa devo fare in aggiunta a ciò? E' davvero indispensabile una colonoscopia? Il gastroenterologo mi ha consigliato di farla data l'età per screening.In attesa di una vostra risposta, cordialmente saluto.

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
sono perfettamente d'accordo con il collega gastroenterologo.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente 873XXX

Gentile dottore, La ringrazio per la celerità della risposta, cortesemente vorrebbe chirirmi meglio su cosa è d'accordo? sulla diagnosi e terapia da seguire o sulla colonoscopia? In verità Le dico che verso quest'ultima ho qualche perplessità nel lassativo da prendere, visto che la mia flora intestinale è ancora così scombinata!
E per le feci sottili c'è da preoccuparsi?
La ringrazio nuovamente e mi scusi se approfitto della Sua disponibilità!

[#3]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
sono d'accordo nell'eseguire la colonscopia, non tanto per i sintomi che sembrano suggerire un colon irritabile quanto per prevenzione.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica