Utente 339XXX
Due anni e mezzo fa mi sono sottoposto a gastroscopia per sospetto disturbo da reflusso gastro-esofageo. Il referto è il seguente.
Nulla in esofago. Giunzione squamo-colonnare lievemente frastagliata come da reflusso gastro-esofageo. Cardias incontinente in assenza di ernia iatale. La mucosa del fondo e del corpo gastrico appare normale; in antro sono presenti strie iperemiche confluenti verso il piloro come da reflusso duodeno-gastrico. Piloro beante. Indenne da lesioni il duodeno esplorato sino alla II porzione.
Sulla base di questa diagnosi mi è stato prescritto una pastiglia di Motilium prima dei pasti e una pastiglia di Pantecta 40 prima di coricarsi per due mesi. In seguito sempre Motilium ai pasti e Pantecta 20. I sintomi sono rapidamente scomparsi. Ho continuato la cura per alcuni mesi poi sentendomi particolarmente bene ho cominciato ad assumere il Pantecta 20 a giorni alterni. La cosa funzionava per una settimana 10 giorni ma poi riprendevano i sintomi che ripresa la cura quasi immediatamente sparivano di nuovo. A cavallo tra Dicembre e Gennaio di quest'anno ho assunto per circa due mesi Pantecta 20 a giorni alterni. Poi sono tornati i disturbi che contrariamente al solito sono scomparsi solo dopo essere passato ad assumere Pantecta 40. Ciò nonostante continuo a soffrire di fastiose dolenzie alla parte superiore dell'addome, sensazione di pienezza e meteorismo. Ho assunto su consiglio del medico Aulin per una settimana che mi ha giovato per qualche giorno ma poi i sintomi sono riapparsi. Ho assunto Normix ed è successa la stessa cosa dopo una decina di giorni i sintomi sono riapparsi. Intanto vorrei sapere se il fatto di aver assunto per tre anni quasi consecutivamente Pantecta non costituisce un problema come mi pare di aver letto in rete. E poi cosa mi consigliate? Aggiungo che sono un individuo piuttosto ansiogeno. Grazie dell'attenzione e mi scuso per la lunghezza. E' la mia prima volta!
Cordiali saluti Emilio

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La causa dei disturbi attuali potrebbe essere diversadal reflusso per cui potrebbe essere utile fare una rivalutazione ed eventuali ulteriori accertamenti. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 339XXX

Ringrazio per la sollecita risposta e ne approfitto per porre due domande. Il fatto di aver assunto Pantecta per circa tre anni può creare dei problemi? I disturbi più recenti potrebbero anche essere provocati dall'uso prolungato di Pantecta che li prevede come effetti collaterali?
Ringrazio ancora per l'attenzione.
Emilio