Utente 296XXX
Gentili Dottori,il mio problema è questo:
periodicamente(a volte anche tutti i mesi), mi vengono dei veri e propri blocchi intestinali, mi si gonfia la pancia, mi si infiamma contemporanemente l'apparato riproduttivo, mi si scatena la candida, nonostante io segua un'alimentazione più che corretta. Non fumo, sono astemia, non prendo caffè, uso quasi esclusivamente olii a crudo, e bevo dei quntitativi industriali di acqua. Ho provato con i fermenti lattici, probiotici, Mylicon, Peridon, non c'è niente da fare: quando mi capitano questi periodi devo per forza ricorrere a clismi (ho comperato anche l'enteroclisma da viaggio, che faccio con acqua tiepida) per l'intestino, e al Diflucan 150 per la candida.
Ho fatto anche il Monuril per l'infiammazione alla vescica.
Talvolta, per problemi di emicrania, sono costretta a prendere il Diamox, e la situazione si fa ancora più drammatica, perchè quest'ultimo mi prosciuga letteralmente l'intestino: Non vi dico poi in viaggio: basta che mi allontani da casa di 15 chilometri, il mio intestino va in panne (abituata ad andare in bagno in ufficio, il sabato e la domenica che sono a casa,cioè a 14 km di distanza, si ferma tutto, e nei 15 giorni di mare si va solo con i clismi, con delle pance da bambini biafrani).Non sto ad indicarvi i corrispettivi problemi ginecologici, con i vari dolori, bruciori e quant'altro. Ho fatto il mese scorso una ecografia completa alto e basso addome, che ha rilevato solo una ciste ovarica funzionale che sapevo di avere, il resto è ok.
In genere, anche dopo che queste forti infiammazioni passano, mi rimangono stomaco e intestino gonfi, e la psiche non ne gode...
Grazie per il vostro prezioso e utile servizio

[#1]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2004
Gentile Utente, non specifica da quanto tempo avviene questo sintomo. La sua periodicità fa comunque pensare ad un disturbo funzionale (ovvero legato ad alterata motilità piuttosto che ad una patologia organica). C'è un rapporto temporale con il ciclo?. Se non lo ha già fatto, effettuerei un clisma opaco con doppio contrasto.
Cordiali saluti
Dott. Roberto Mangiarotti

[#2] dopo  
Utente 296XXX

Il problema accade da anni, ma ha avuto un peggioramento negli ultimi due. Prima si limitava ad una normale stipsi e a dei gonfiori nei tre giorni che precedevano il ciclo, e quindi era tutto normale, mentre negli ultimi tempi a questa ritenzione fisiologica si sono aggiunti questi fenomeni di infiammazione generale che appaiono preferibilmente nei giorni centrali, circa nella fase dell'ovulazione. In generale, prima alla fine del ciclo la pancia si sgonfiava, e tornava tutto a posto, mentre adesso questo gonfiore rimane, e dà una sensazione come se la muscolatura si protendesse verso l'esterno. Ho sempre anche lo stomaco gonfio, ma non con aria dentro, non so come spiegare, e anche l'intestino non ha aria. La sensazione è come se si fosse rotto il contenimento.

Relativamente al clisma opaco, che cosa si può vedere? Si fa in ospedale? in anestesia ? ha controindicazioni?

La ringrazio per la disponibilità

[#3]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2004
Gentile Utente, è probabile che vi sia una influenza ormonale all'origine dei suoi sintomi (peraltro comuni a molte donen). Il clisma opaco può essere fatto preferibilmente in una struttura ospedaliera e non richiede sedazione.
Dott. Roberto Mangiarotti