Utente
buongiorno, mia suocera, una donna di 67 anni ha da 2 anni scoperto di essere affetta da macrobulinemia di waldestrom ed è curata per questo, con buoni risultati. Infatti reagisce bene alla cura composta da Leukeran e cortisone e per ora la malattia si è fermata. Purtroppo deve combatte spesso con infezioni varie alle vie urinarie e alle vie respiratorie e da ultimo contro un ascesso formatosi nei diverticoli che non sapeva di avere). Ora è passata la fase acuta e dovrà fare tra un mese la colonscopia, ma il gastroenterologo non le ha esplicitato dettagliatamente il tipo di dieta da seguire per non correre il rischio di dover placare una nuova infezione.
Dove posso reperire indicazioni dettagliate riguardanti la dieta consigliata ad un paziente con diverticoli?
grazie per l'attenzione. michela

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2009
Gentilissima signora, nella malattia diverticolare del colon vanno eseguite due diete diverse. Una per la fase acuta, quando si ha dolore e per trenta giorni dopo il momento acuto, a base di : alimenti poverissime in fibre, pane, pasta, farine bianche, uova, olio crudo, pesce lesso etc. In stato di benessere vanno invece assunte le fibre, con gradualità e costanza, fette integrali, biscotti integrali, formaggi chiari , prosciutto , pesce lesso o ai ferri, carne magra, pere, mele, fragole, cocomero senza semi. Vanno sempre evitati i cibi che contengano semi, l'abuso di alcolici, pepe e spezie forti, verdure filacciose(sedano), legumi, cipolla, etc.
Bisogna sempre bere molto e si possono assumere integratori a base di psyllio polvere, che rendono le feci scivolose e facilmente evacuabili. In fase acuta bisogna sempre fare una visita chirurgica ed una terapia antibiotica energica ed idonea. La decontaminazione con Rifacol una volta al mese per una settimana è di non comprovata efficacia. La dieta la trova su internet alla voce Malattia Diverticolare del Colon.
Marcello Masala MD

[#2]  
Dr. Giuseppe Capece

20% attività
8% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2005
Non posso che confermare quanto ottimamente esposto dal collega Masala, anche se preferirei non solo in fase acuta una più specifica visita gastroenterologica, in quanto non sempre la malattia diverticolare è di stretta pertinenza chirurgica.
Cordiali saluti
Capece Giuseppe

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2009
Concordo completamente con il consulto aggiunto dal pregiato collega Capece.
Marcello Masala MD