Utente
Salve, sono un ragazzo di 24 anni e da qualche tempo accuso un certo senso di nausea dopo i pasti, soprattutto se abbondanti, accompagnato da pensantezza di stomaco e difficoltà a digerire ke io noto col fatto ke nn riesco più ad espellere aria dalla bocca cm un tempo. A volte avverto anche un pò di bruciore e senso di reflusso. Inoltre,e questo mi succede più a stomaco vuoto, accuso doloretti lievi ai lati dell'addome o al sotto ventre e allo stomaco un dolore più costante se, ad esempio, premo con il dito. Vado regolarmente al bagno e un mesetto fa ho fatto l'esame dell'helicobacter pylori ma è risultato negativo. Infatti stavo bene, poi ultimamente sono ricomparsi questi sintomi. Da premettere che sono un tipo ansioso e soffro di attacchi di panico, quindi il mio punto si somatizzazione per eccellenza è lo stomaco e la pancia. Però anche quando sono tranquillo avverto questi disagi.Più che altro sono preoccupato nel caso fosse qualcosa di serio.Cosa mi dite? Grazie anticipatamente. Saluti.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
la sintomatologia esposta sembra in accordo con quella di un disturbo funzionale dell'apparato digerente. La visita medica è necessaria per confermarlo.
Le allego per completezza di informazione il link all'articolo sulla sindrome del colon irritabile
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/332-colon-irritabile-sindrome-dell-intestino-irritabile-ibs.html
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio vivamente. Un'ultima domanda: nel caso si trattasse di IBS, avendo una costituzione magra, potrebbe influire su un possibile dimagrimento o malassorbimento dei cibi?

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
non vi è malassorbimento nella sindrome dell'intestino irritabile.
L'eventuale dimagrimento non sarebbe in relazione diretta con la IBS, ma potrebbe dipendere dal comportamento alimentare dieteticamente non bilanciato intrapreso nel tentativo di alleviare i sintomi.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#4] dopo  
Utente
Si effettivamente per alleviare tutto ciò ho incominciato a diminuire le quantità di cibo ingerite e ad evitare magari cibi "pesanti" da digerire, perchè cmq quando, diciamo, esagero un pò, la digestione diventa più affannosa rispetto a prima quando potevo dire di digerire anche le pietre!La ringrazio ancora.

Distinti saluti